In vetta al mondo. Storia del ragazzo di pianura che sfida i ghiacci eterni

Il libro sulla vita dell'alpinista laziale Daniele Nardi presentato a Milano il 29 maggio

Daniele Nardi

Dall’infanzia nella natia Sezze, in provincia di Latina, all’amore inusuale – per lui, nato in pianura – e magico per l’alta montagna, questo libro sotto forma di dialogo è la storia della vita di Daniele Nardi, primo alpinista al mondo ad aver conquistato in inverno (2013), in condizioni ambientali terribili, lo “sperone Mummery” (6.450 metri) del Nanga Parbat.

Questa è la storia di un grande alpinista nato in pianura, conquistatore di quattro “Ottomila”, vincitore del premio Paolo Consiglio del CAAI, già protagonista di pagine memorabili di questo incredibile, estremo sport.

“L’alpinismo è impegno, è sudore, è divertimento, è fantasia nell’individuare nuove sfide, un campo nel quale il nostro amico Daniele Nardi eccelle. In questo libro, che si legge d’un fiato, roccia e neve, gioco e paura, contemplazione e bufere si danno il cambio ogni poche righe. Dario Ricci la racconta molto bene. Ma sotto c’è una storia vera” (Stefano Ardito).

“Daniele è un fortissimo atleta, un grande sognatore ma che, al tempo stesso, ha i piedi ben piantati a terra (almeno concettualmente, visto che per la maggior parte del tempo li tiene sospesi a migliaia di metri di altezza). La sua auto-ironia e l’enorme passione per quello che fa sono caratteristiche che gli hanno permesso di raggiungere importanti obiettivi sportivi e professionali. Grazie al suo modo allegro ed energico di diffondere le sue conoscenze e la gioia della montagna, ha intrapreso diverse attività parallele che gli permettono di portare avanti la sua ragione di vita, senza mai perdere la purezza che lo unisce al suo mare di ghiaccio” (Ilaria Molinari).

Il suo libro In vetta al mondo (204 pagine, 13 Euro), scritto a quattro mani con Dario Ricci, con prefazione di Ilaria Molinari e postfazione di Stefano Ardito, è stato presentato mercoledì 29 maggio presso il Punto Touring – sala del Consiglio, Corso Italia 10 - Milano.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro