Inaugurato il nuovo rifugio Nordio - Deffar

L'opera è stata realizzata dal Club Alpino Italiano e dalla Società Alpina delle Giulie ed è stata finanziata interamente dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia

Il rifugio Nordio

"La restituzione del rifugio F.lli Nordio-Riccardo Deffar alla comunità simboleggia la conclusione dei lavori di ripristino del territorio della Val Canale devastato dagli eventi alluvionali del 29 agosto del 2003".

È quanto ha affermato l'assessore regionale alla Protezione Civile, Paolo Panontin, intervenendo all'inaugurazione della struttura, realizzata a circa 500 metri dalla sede originale posizionando il nuovo manufatto, realizzato con criteri ecologici e di sostenibilità, in un punto ancor più panoramico dell'Alta Val Uqua.

"Nei 10 anni che sono trascorsi dal tragico evento - ha aggiunto Panontin - gli attori della ricostruzione del territorio hanno operato per riqualificare la zona, rendendola maggiormente attraente e funzionale anche sotto l'aspetto turistico".

"Il tutto - ha soggiunto l'assessore - sempre ponendo grande attenzione al rispetto dell'ambiente e all'ecocompatibilità delle strutture".
Il nuovo rifugio F.lli Nordio-Riccardo Deffar costituisce dunque un esempio innovativo tra le realizzazioni di montagna destinate a dare ristoro agli escursionisti e, come ha proseguito Panontin, concorrerà allo sviluppo economico dell'area.

Si trova infatti in Comune di Malborghetto-Valbruna, a 1210 metri di quota, in una valle non molto elevata delle Alpi Carniche Orientali, ed è per questo facilmente raggiungibile anche dalle famiglie, così come dai praticanti le escursioni in mountain bike, e il trekking, così come da chi desidera semplicemente compiere una passeggiata tra il verde rilassante dei boschi delle Prealpi Carniche.

L'opera è stata realizzata dal Club Alpino Italiano (CAI) e dalla Società Alpina delle Giulie ed è stata finanziata interamente dalla Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia, che ha messo a disposizione i proprio tecnici e la struttura, accompagnando il CAI per l'intera procedura.

Fonte: noodls.com

Segnala questo articolo su:


Torna indietro