“La gestione del turismo nelle località montane”: iscrizioni aperte per il corso di alta formazione di Università della Montagna e Università di Bergamo

Patrocinato, tra gli altri, dal CAI, si terrà durante tre week end di ottobre e novembre 2019. "Il turismo montano ha specificità proprie e sta attraversnado un'importante fase di cambiamento".

24 maggio 2019 - L’Università della Montagna di Edolo (Unimont) e l’Università degli studi di Bergamo organizzano un corso di alta formazione intitolato “La gestione del turismo nelle località montane”.

PERCHÉ UN INTERVENTO DI FORMAZIONE SUL TURISMO MONTANO?
Da attenti osservatori e studiosi delle problematiche della montagna, da tempo avvertiamo la carenza di figure professionali adeguatamente preparate a gestire il turismo delle località alpine. Questo tipo di turismo ha caratteri e specificità proprie e soprattutto sta attraversando una fase di importante cambiamento, di cui si avvertono i segni, senza che altrettanto chiaramente si definiscano le prospettive future.
A tale carenza intende dare una prima risposta il Corso di Alta Formazione su “La gestione del turismo nelle località montane” promosso da Università degli Studi di Bergamo e da UNIMONT - Università della Montagna, polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con ANEF - Associazione Nazionale Esercenti Funiviari e CAI - Club Alpino Italiano.
Il corso intende offrire una opportunità di aggiornamento/formazione agli attuali operatori della montagna, con l’obiettivo di:
    1 favorire l’individuazione di prospettive strategiche per la destinazione turistica;
    2 programmare e gestire con efficacia l’offerta della destinazione turistica, che tende a diversificarsi sempre più in relazione alle nuove aspettative della domanda;
    3 interpretare la comunicazione e la promozione della destinazione alla luce delle potenzialità che la tecnologia attuale offre e suggerisce;
    4 favorire una gestione del turismo invernale efficace sul piano della redditività e innovativo nella introduzione di nuove proposte di fruizione.

IMPOSTAZIONE E METODOLOGIA
Il Corso è articolato in 3 moduli intensivi di 20 ore ciascuno con le seguenti tematiche:
    1. Introduzione al Turismo. Comunicazione e promozione del turismo alpino (resp. Franco Brevini)
    2. Le destinazioni turistiche montane: condizioni attuali e prospettive (resp. Andrea Macchiavelli)
    3. Il turismo della neve e il ruolo degli impianti a fune (resp. Ernesto Rigoni)
Ciascun modulo sarà articolato in quattro momenti:
    1 Breve impostazione teorica
    2 Le questioni in gioco: problematiche emergenti
    3 Casi, best practises, testimonianze
    4 Prospettive di intervento

DESTINATARI
    1 Operatori nei diversi ambiti del turismo in montagna
    2 Funzionari di Istituzioni pubbliche, di Associazioni Turistiche e di Organismi consortili
    3 Operatori degli impianti a fune
    4 Giovani che intendano orientarsi ad operare nel turismo in aree montane.

REQUISITI
    1 Per gli operatori è richiesto il Diploma di Scuola Media Superiore.
    2 Per i giovani senza esperienze lavorative è richiesto il Diploma di Laurea Triennale.
La frequentazione di tutti i moduli si configurerà come Corso di Alta Formazione, che consentirà l’acquisizione di un attestato.

SEDI E TEMPI
Il corso si terrà durante tre week end di ottobre e novembre 2019 (da giovedì pomeriggio a sabato) nelle sedi universitarie di Bergamo e di Edolo (BS)

COSTI
Il costo di iscrizione all’intero corso è di 900€. I costi di vitto e alloggio sono a carico dei partecipanti. Ai partecipanti verrà fornito un elenco di strutture convenzionate, anche a costi contenuti.

Sotto è scaricabile il depliant con tutte le informazioni.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro