"La montagna a casa" presenta "I due fili della mia esistenza"

Il film è stato prodotto dal Centro nazionale coralità e dal Centro di cinematografia e cineteca del Cai, con la partecipazione del Coro della SAT di Trento e del Coro Allievi CeT di Milano

22 maggio 2020 - Un venerdì sera speciale conclude questa settimana della “Montagna a casa”. “I due fili della mia esistenza”, è l’ultima pellicola di questa settimana proposta dalla rassegna. Un omaggio alla figura di Massimo Mila, alpinista e musicologo tra i più importanti d’Italia. Il film è stato prodotto dal Centro nazionale coralità e dal Centro di cinematografia e cineteca del Cai, con la partecipazione del Coro della SAT di Trento e del Coro Allievi CeT di Milano.

La spiegazione del significato del titolo la affidiamo al presidente generale Vincenzo Torti: “Quali sono questi due fili? La sua grande passione per la musica e la sua grande passione per la montagna. Musica e montagna, una sorta di endiadi inscindibile. Per Mila non c'era una vita senza montagna e non poteva esserci una vita senza musica”.

Anche questa settimana di faticosa ripresa è stata allietata dalla rassegna cinematografica organizzata dal Club alpino italiano con la collaborazione di Museo nazionale della montagna di Torino, Sondrio Festival e il Parco Nazionale dello Stelvio. L’appuntamento è questa sera alle 21 sul canale Youtube del Cai. Il link per vedere il film è: https://www.youtube.com/watch?v=5Bkyide6YS4 . Prevista una replica domani pomeriggio alle 17.30

Dalle 17.30 di oggi invece vanno in onda le repliche delle proiezioni di ieri: “L'alta via delle Ortles, dallo Stelvio a Cancano” e “Lungo i sentieri del Passo Stelvio, il monte Scorluzzo e il Filon del Mot”. Ecco i link: https://www.youtube.com/watch?v=09Hv10-6tLo ; https://www.youtube.com/watch?v=jUOn_nRFDAg ;

Scheda del film “I due fili della mia esistenza”:

Prima visione venerdì 22 maggio ore 21:00, replica sabato 23 ore 17:30)

Regia: Angelo Foletto

Produzione: Marco Ongania, con il contributo del Cai - Centro Cinematografia e Cineteca

Paese: Italia

Anno: 2018

Durata: 2h 23 minuti

Voci recitanti di Cesare Rasini e Patrizia Scianca

Sinossi:
Massimo Mila (1910-1988) è stato uno dei più autorevoli musicologi italiani della seconda metà del Novecento, oltre che un uomo di cultura e di impegno civile. A trent’anni dalla sua scomparsa il récital-spettacolo a cura di Angelo Foletto ripercorre i momenti più significativi dell’opera di Mila, attraverso la lettura di brani tratti dai suoi scritti, in particolare gli Scritti di montagna, che Mila dedicò a quella che definì, insieme alla vocazione alla cultura, l’amore dell’avventura alpina: le due facce della sua persona, “i due fili della sua esistenza”. Le due voci recitanti di Cesare Rasini e di Patrizia Scianca rievocano i momenti salienti dell’avventura umana e alpinistica del maestro e le sue riflessioni sulla montagna

 

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro