La Montagnaterapia funziona! La conferma dal CAI Chivasso

Grazie alla collaborazione tra Sezione e Centro di Salute Mentale di Chivasso, sono state organizzate otto uscite in montagna nel 2018, precedute da incontri su preparazione dello zaino e attrezzatura necessaria.

I partecipnati all'iniziativa

7 dicembre 2018 - "Dai che spiana": un motto che sintetizza in modo efficace il progetto che ha visto coinvolti la Sezione di Chivasso del CAI e il Centro di Salute Mentale dell'ASL TO4.

Monica Sappa per il Club Alpino e Giovanni Piretto per l'ASL sono stati i coordinatori dell'attività dedicata ai pazienti del Centro di Salute Mentale. Otto uscite in montagna sono state precedute da incontri propedeutici in sede per illustrare sia gli itinerari che le informazioni pratiche come la preparazione dello zaino e l'attrezzatura utile per le escursioni.

Mercoledì 5 dicembre al pomeriggio alla presenza del Sindaco Claudio Castello, del ViceSindaco Tiziana Siragusa e del responsabile del CSM Francesco Zirilli, nella sede di via del Castello a Chivasso è stato presentato l'interessante progetto che si  è tenuto tra la primavera e l'autunno scorsi. Dopo gli interventi dei coordinatori e delle autorità presenti sono state proiettate le immagini scattate durante le uscite per rivivere le emozioni, le fatiche e le grandi soddisfazioni dei partecipanti.

A fare gli onori di casa il Presidente Mauro Basso che ha ringraziato partecipanti, accompagnatori e tutti coloro che hanno reso possibile questa positiva esperienza che sarà riproposta nel 2019.

CAI Chivasso

Segnala questo articolo su:


Torna indietro