La mostra “Tree Time” arriva al Muse di Trento

Dedicata alla relazione tra gli uomini e gli alberi, è nata lo scorso anno al Museomontagna di Torino. Inaugurazione il 30 ottobre. Sarà visitabile fino al 30 maggio 2021.

La locandina dell'inaugurazione

22 ottobre 2020 - Dal Museo Nazionale della Montagna di Torino, dove il progetto è nato nel 2019, al Muse di Trento, dove sarà visitabile dal 31 ottobre 2020 al 30 maggio 2021.

La mostra “Tree Time - Arte e scienza per una nuova alleanza con la natura” (curatori Daniela Berta, direttore del Museomontagna, e Andrea Lerda) è dedicata alla relazione tra l'essere umano e l'albero e intende far vivere la visitatore un viaggio multisensoriale con le opere di 20 artisti nazionali e internazionali e una selezione di documenti dalle collezioni del Museomontagna, della Biblioteca Nazionale del Cai, dell’Archivio Architetto Cesare Lombardi, della Fondazione Ermenegildo Zegna e dell’Archivio del '900 del Mart (Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto), grazie ai quali il tema boschi e foreste prende vita in una narrazione di impianto artistico e storico-scientifico.

Articolata attraverso cinque macro capitoli tematici, si svilupperà all’interno di due aree espositive del Muse, supportata da una narrazione di impianto storico-scientifico a cura di Matteo Garbelotto (Direttore presso il Forest Pathology and Mycology Lab di Berkeley e Adjunct Professor presso l’Environmental Science, Policy and Management Department dell’Università della California).

L'inaugurazione è in programma venerdì 30 ottobre alle 17:30. Per poter rispettare le normative anti-Covid, è necessario dare conferma della propria presenza all'indirizzo segreteriadirezione@muse.it o allo 0461.270348 entro il giorno 24 ottobre 2020

Clicca qui per vedere il trailer della mostra.

Autori esposti
Gabriela Albergaria, Emanuela Ascari, Joseph Beuys, Simone Berti, Ursula Biemann e Paulo Tavares, Walter Bonatti, Gabriella Ciancimino, Aron Demetz, Hannes Egger, Sam Falls, Helen Mayer Harrison & Newton Harrison, Jiri Havel, Cesare Leonardi e Franca Stagi, Cecylia Malik, Federico Ortica, Sunmin Park, Steve Peters, Giusy Pirrotta, Craig Richards, Vittorio Sella, Giorgia Severi, Formafantasma, Mali Weil, Museo Wunderkammer.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro