La nuova carta escursionistica dell'Appennino Reggiano

Edita da GeoMedia in collaborazione con la collaborazione del Cai Reggio Emilia, comprende diversi nuovi sentieri non presenti nell'ultima edizione del 2017. Presenti percorsi dalla collina reggiana all'Alto Appennino.

Copertina del foglio dedicato alla collina reggiana

15 luglio 2020 - E' uscita la nuova edizione della Carta Escursionistica dell'Appennino Reggiano, edita da GeoMedia. La carta era attesa da tempo: l'ultima edizione risale al 2017, e nel frattempo la rete dei sentieri reggiani ha subito alcune modifiche. Per la realizzazione della carta, GeoMedia si è avvalsa della collaborazione della Sezione del Cai Reggio Emilia, a cui è affidata da molti Comuni e dal Parco Nazionale la manutenzione e la segnaletica di una parte consistente della rete sentieristica reggiana.

La carta, in scala 1:25.000, è suddivisa in tre fogli, tutti fronte retro: la Collina Reggiana (1), con i sentieri dai primi rilievi dell'Appennino, l'Appennino Reggiano (2), con la Pietra di Bismantova e il Ventasso, e l'Alto Appennino Reggiano (3). Sono diverse centinaia i sentieri riportati sulla carta: la rete escursionistica del reggiano è una delle più estese dell'Appennino. Le possibilità di scelta per gli escursionisti sono innumerevoli: dai facili percorsi collinari a quelli più impegnativi dell'alto Appennino, in ambienti sempre diversi e di grande interesse. Sulla carta sono segnalati tantissimi punti di interesse, ma anche i rifugi, gli ostelli, i campeggi, le farmacie, le fermate degli autobus di linea: informazioni di grande utilità per gli escursionisti.

La carta riporta i tre lunghi trekking che attraversano la montagna reggiana: il Sentiero Spallanzani (SSP), la Via Matildica del Volto Santo (VMVS) e il Sentiero dei Ducati (SD). Tre percorsi di grandissimo interesse che non hanno nulla da invidiare a "cammini" più blasonati. Sulla carta anche il tratto reggiano del Sentiero Italia Cai e dell'AVP (Alta Via dei Parchi).

Le tre carte riportano diversi sentieri non presenti nella carta del 2017 e nuovi tracciati di sentieri già esistenti. Nella 1 c'è il nuovo tracciato del 646 da Villa d'Este a Vezzano, le variazioni del SD da Quattro Castella a Borzano e della tappa Reggio Emilia-Scandiano del SSP. Nella 2 c'è il nuovo tracciato del 661 da Busana al Ventasso con il bellissimo prolungamento da Busana a Cervarezza, il prolungamento del 663 da Nismozza a Busana, del 665 dalle Fonti di S.Lucia a Cervarezza, il nuovo tracciato del 667B da Pratizzano a Punta di Salteria, e infine le variazioni sul SD da Ponte Lonza a Taviano. Anche nella 3 sono diverse le novità:il 609B da Ligonchio al Monte, il passaggio del Sentiero Spallanzani per Ligonchio, il nuovo sentiero Mauri che sale alla Bargetana e il nuovo sentiero 617A sopra Pian Vallese. Purtroppo spariscono alcuni sentieri importanti, per problemi di sicurezza: un tratto del 663 sotto il Ventasso, e sopra Ligonchio il 635 dallo Scodellino alla Presa Alta e il 633 nel tratto della Decauville, spostato ora sulla forestale.

Cai Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro