La Pietra di Bismantova raccontata da Ginetto Montipò

Questo il tema del prossimo incontro della rassegna on line "Montagna vissuta, tempo per pensare", organizzata dalla Scuola Bismantova, che fa capo alle Sezioni di Reggio Emilia, Sassuolo e Castelnovo ne' Monti. Appuntamento il primo giugno.

La Pietra di Bismantova

29 maggio 2020 - La Scuola di Alpinismo, Scialpinismo ed Arrampicata Libera “Bismantova”, promossa dalle Sezioni Cai di Reggio Emilia, Sassuolo e Castelnovo ne' Monti, propone una rassegna di incontri in videoconferenza tutti i lunedì sera alle ore 21:00.

In questi tempi abbiamo assistito ad un fiorire di queste iniziative e adesso che si inizia ad uscire e si torna gradualmente a praticare, il proposito al di là delle contingenze, è quello di utilizzare questo strumento per promuovere l'attività in montagna con la consapevolezza che si forma con l'esperienza che è fatta di pratica, ma anche di conoscenza.

Dopo la bella serata con Manuel Lugli del 25 maggio su "Alpinismo in alta quota", il primo giugno Ginetto Montipò, alpinista e presidente del Cai di Castelnovo ne' Monti, racconterà la sua Pietra di Bismantova. Montipò è una figura di spicco dell'alpinismo reggiano: legato profondamente alla Pietra di Bismantova, dove ha aperto importanti e impegnative vie di salita, a lui si deve la storica guida alpinistica di Bismantova edita da Tamari nel 1976. Montipò racconterà l'evoluzione dell'arrampicata a Bismantova e i suoi personaggi: dai primi alpinisti come Voltolini, Pincelli e Oppio, alle importanti vie artificiali, dalla Pace coll'Alpe, nata proprio sotto le pareti di Bismantova, all'evoluzione dell'arrampicata moderna. Sarà "pungolato" nel suo racconto da Carlo Possa, presidente del Cai Reggio Emilia e giornalista. Sia Montipò che Possa nel 2010 sono stati insigniti dal Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano del singolare e simbolico titolo di "cittadini affettivi della Pietra di Bismantova".

L'8 giugno Fabio Lasagni, istruttore nazionale di arrampicata libera, parlerà di arrampicata classica e libera. Ultima serata il 15 giugno con Claudio Melchiorri, direttore della Scuola "Bismantova", con "Manovre di corda: discesa in doppia".

Il titolo della rassegna è "Montagna vissuta" con un voluto ed esplicito riferimento all'omonimo libro di Reinhard Karl ed il sottotitolo è diventato "Tempo per pensare", esercizio che in questo periodo abbiamo ampiamente praticato, con uno sguardo alle esperienze passate e soprattutto alle prossime che verranno...

Le serate verranno trasmesse sulla piattaforma Google Meet a questo indirizzo. E' anche possibile visualizzare la conferenza in streaming.

Cai Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro