L'alpinista Francǫis Cazzanelli ospite del CAI Desio

Il 25 febbraio 2019 il ventinovenne valdostano sarà il protagonista della serata "Dall'Himalaya al Cervino", con i contenuti e le bellezze che solo le montagne sanno dare.

La locandina dell'evento

15 febbraio 2019 - La Sezione di Desio del Club Alpino Italiano incontra in una serata speciale l'alpinista di Valtournanche (Valle d'Aosta) Francǫis Cazzanelli, che ci accompagnerà a vivere insieme le sue esperienze alpinistiche.

"Sono certo - dichiara Claudio Rovelli Presidente della Sezione - che questo appuntamento ripagherà i presenti con i contenuti e le bellezze che solo le montagne, in questa occasione con Francǫis Cazzanelli, sanno dare".

L'appuntamento, denominato "Dall'Himalaya al Cervino", è in programma il 25 febbraio alle 21 presso Pro Desio (via Garibaldi, 81), sala conferenze Edoardo Manzotti. Cazzanelli si soffermerà in particolare sul Cervino, dove l'estate scorsa ha vissuto due stupende avventure.

Di se stesso François Cazzanelli scrive: "sono nato ad Aosta il 31 gennaio 1990. Cresciuto a Cervinia, nella Valtournenche, dove vivo tutt’ora, ai piedi di una delle montagne simbolo dell’Alpinismo mondiale: il Cervino! L’amore per la montagna e di conseguenza per l’alpinismo è cresciuta in me in maniera naturale e spontanea. Il nome dei Cazzanelli, da parte di mio papà, e dei Maquignaz, da parte di mia mamma, è legato da più di un secolo al mestiere di Guida Alpina e all’Alpinismo. Va da sé che la mia strada non poteva che seguire le orme tracciate dai miei avi cinque generazioni addietro. Quando avevo 14 anni inizio ad appassionarmi e a partecipare alle gare di sci alpinismo dove ho ottenuto degli ottimi risultati a livello giovanile. Dal 2009 al 2011 ho fatto parte della Nazionale Italiana di sci alpinismo e attualmente continuo a gareggiare nelle più importanti competizioni internazionali di lunga distanza. Dal 2012 sono membro della storica e rinomata Società Guide Del Cervino. Dal 2011 al 2016 ho fatto parte della Sezione Militare di Alta Montagna del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur. Questo mi ha permesso di viaggiare molto e di riuscire ad inanellare in 5 anni più di sei spedizioni extraeuropee, oltre a diverse salite prestigiose ed alcune vie nuove nelle Alpi. Adesso mi guadagno da vivere con il mestiere di Guida Alpina che pratico tutto l’anno a trecentosessanta gradi. La mia attività di alpinista e atleta è sostenuta dai miei sponsor che mi permettono di continuare a inseguire i miei sogni".

CAI Desio

Segnala questo articolo su:


Torna indietro