“Le acque della montagna. Fonte di vita per l’ambiente e per l’uomo”: aperte le iscrizioni per il corso didattico formativo del CAI Mirano

Sei lezioni teoriche e altrettante uscite in ambiente da febbraio a ottobre 2019: focus sulle acque interne delle montagne. Serata introduttiva aperta a tutti il 22 febbraio.

10 gennaio 2019 - Tutto il nord-est, a causa della posizione geografica, favorisce lo scontro di masse d’aria calda e umida, provenienti dal mare, con la barriera montuosa delle Alpi meridionali, che danno atto a precipitazioni meteoriche, tanto che viene considerata l’area con la più alta percentuale di piovosità.

Le precipitazioni meteoriche, sotto forma di pioggia o neve, alimentano fiumi, torrenti e laghi che seguono la fisionomia della montagna. Molta acqua, per le caratteristiche delle rocce, vi penetra all’interno lungo fessure e fratture e genera i cosiddetti fenomeni carsici. Un serbatoio ricco che raccoglie e custodisce le acque riversandole poi attraverso sorgenti che alimentano ruscelli prima, torrenti poi che vanno a incidere i versanti delle montagne.

Questa la premessa del corso didattico formativo “Le acque della montagna. Fonte di vita per l’ambiente e per l’uomo” che il CAI Mirano organizza da febbraio ad aprile 2019 presso la sala conferenze di Villa Errera.

Si tratta di sei incontri (con inizio sempre alle 20.45) che si concentreranno sulle acque interne delle montagne, offrendo alcuni spunti di analisi e conoscenza sulla vita che offrono e nascondono, sul loro stato e utilizzo.

La serata introduttiva (aperta a tutti), denominata “Le acque correnti tra Alpi e pianura – Il sistema idrologico dell’Italia nord-orientale” è in programma venerdì 22 febbraio alle 20:45 presso il Teatro Villa Belvedere. Aperta a tutti anche la serata conclusiva, “I monti e l’acqua”, in programma venerdì 12 aprile.

Da marzo a ottobre sono poi in programma sei uscite in ambiente.

Le iscrizioni (minimo 30, massimo 80 partecipanti), sono aperte da questo mese.
Costi: 40 Euro Soci, 90 non Soci (la differenza è dovuta all’iscrizione al CAI).

Il pieghevole è scaricabile qu.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro