Le grandi avventure del Duca degli Abruzzi, dal Polo Nord all’Africa, dall’Alaska all’Asia al Museo della Montagna di Torino

Conferenza spettacolo in programma l'11 dicembre 2017 con museo e Biblioteca nazionale CAI: con letture tratte da documenti dell’epoca e da testi contemporanei sarà presentata la figura del pioniere dell'alpinismo.

Il Duca degli Abruzzi

7 dicembre 2017 - Una conferenza spettacolo in occasione della Giornata internazionale della montagna quella programmata dalla Biblioteca Nazionale CAI e dal Museo Nazionale della Montagna, con la collaborazione del Coro Edelweiss-CAI Torino.

Lunedì 11 dicembre alle 18 presso la Sala degli Stemmi del Museo si terrà infatti Le grandi avventure del Duca degli Abruzzi, dal Polo Nord all’Africa, dall’Alaska all’Asia,di e con Roberto Mantovani, voce recitante Cesare Jacopo Rasini di Mortigliengo.

Il giornalista Roberto Mantovani presenterà la figura di Luigi di Savoia. In programma poi letture di brani, proiezione di sequenze dei film Dal Polo al K2, della copia restaurata di Karakorum 1909 e di Luigi Amedeo di Savoia alle Sorgenti Dell’Uebi Scebeli (Cineteca Storica Museomontagna). Interverrà il coro Edelweiss – CAI Torino

Entrando nel dettaglio, nel corso della manifestazione verrà presentata la figura del duca alpinista ed esploratore, dai suoi esordi giovanili in montagna alle grandi spedizioni oltre Europa: la prima ascensione del Monte Sant’Elia, sul confine tra Canada e Alaska, nel 1897; la grande avventura polare del 1899-900, le scalate delle principali vette del massiccio del Ruwenzori nel 1906; il tentativo al K2, il record di altezza conquistato nel 1909 sul Chogolisa; e infine l’avventuroso viaggio di esplorazione sino alle sorgenti dell’Uabi-Uebi-Scebeli nel 1928-29.

Con l’aiuto di letture tratte da documenti dell’epoca e da testi contemporanei, verranno inoltre illustrati lo spirito che animava le avventure di Luigi Amedeo di Savoia e i motivi dei suoi straordinari successi in anni in cui l’alpinismo sulle grandi montagne del mondo era ancora ai suoi primi vagiti.

Comunicato Museomontagna

Segnala questo articolo su:


Torna indietro