Le proposte del Cai di Asti per il week-end del 18 e 19 gennaio.

Molte le opportunità per passare un finesettimana all'aria aperta divertendosi: iniziano i corsi di cascate di ghiaccio e proseguono le uscite di escursionismo, ciaspole e scialpinismo

Arrampicata su cascate di ghiaccio

Scatta il corso di Cascate di ghiaccio diretto da Dario Francese, che prevede sei lezioni teoriche e sei uscite in montagna e prendono il via le uscite sociali di scialpinismo, sempre condotte in sicurezza (uso arva obbligatorio). Trasferta anche per gli amanti delle racchette da neve: la meta è la in Valle Orco. Si partirà da Carello (Locana) e si raggiungerà "La Cialma" dove è possibile ammirare lo spettacolare versante meridionale del Gran Paradiso. Sempre domenica 19 s'iniziano le camminate invernali in Liguria con una piacevole escursione fra orti e macchia mediterranea del Ponente. Da Verzi (Savona), in dolce salita tra orti e cascine, si raggiungerà località Castagnabanca per proseguire nel bosco passando vicino ad una "caselia", antica costruzione in pietra a secco usata per il riparo dei contadini. Il percorso proseguirà su mulattiera e, attraversando un ponticello, si costeggerà una vecchia teleferica sino alla meta finale, il Rifugio Pian delle Bosse (841 metri).

Per gli sciclub di Asti il fine settimana è tutto dedicato ai corsi di sci. Sabato 18 sulle nevi del Sestrière partono i corsi della Polisportiva Cassa di Risparmio di Asti con oltre 110 partecipanti. Gli sciatori "bancari" che non hanno bisogno di corsi hanno a disposizione le gite del sabato e della domenica. La Polisportiva rende noto che è riuscita a mantenere invariati i costi rispetto agli anni precedenti, sia per i corsi che per i viaggi. Per maggiori informazioni consultare il sito www.caiasti.it.

Fonte: La Stampa

 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro