Matteo Della Bordella protagonista al Museo nazionale della Montagna

Il presidente dei Ragni di Lecco presenta giovedì nella Sala degli Stemmi: “La via meno battuta. Tutto quello che mi ha insegnato la montagna”

11 novembre 2019 - Il prossimo appuntamento di “Leggere le montagne”, festival a cura della Biblioteca nazionale del CAI, sarà dedicato all'affascinante vita di Matteo Della Bordella. L'evento è per giovedì nella Sala degli Stemmi del Museo nazionale della montagna. Sarà presentato: “La via meno battuta. Tutto quello che mi ha insegnato la montagna”. Una storia autobiografica di eccezionali scalate e con uno dei più geniali alpinisti della nuova generazione, nonché presidente dei Ragni di Lecco, che si racconta. Dialogherà con l'autore il giornalista Gianluca Gasca.
Il libro è un viaggio di formazione in cui l'autore mostra pagina dopo pagina che scalare significa imparare a preservare sé stessi e anche a volte a rinunciare, a inventare e inventarsi continuamente. Una pratica che ci invita ad ammettere gli errori. Così le pareti che Matteo Della Bordella affronta in tutto il mondo sono le pagine di una lezione di vita che si impara attraverso l'ascesa. Sconfitte e passaggi dolorosi si alternano a successi e premi. La montagna si fa metafora della vita e luogo di apprendimento. Un percorso che sarà descritto anche con il supporto di immagini: durante la serata l’autore proietterà video girati sulla Torre Egger, sull’Isola di Baffin e sul Cerro Riso Patron.

Valerio Castrignano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro