"Montagna, clima e uomo": l'impegno del Comitato Scientifico del Cai Abruzzo per la divulgazione verso i giovanissimi

Sono stati coinvolti per ogni lezione organizzata duecentoventi studenti delle scuole medie ed elementari di Trasacco e sessantacinque di Pescasseroli

I ragazzi protagonisti

26 novembre 2019 - Prosegue l’attività divulgativa del Comitato scientifico del Cai Abruzzo nell’ambito del progetto “Montagna, clima e uomo: cambia il clima e cambiano i comportamenti dell’uomo” finanziato dal MATTM (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare). Il corso è iniziato il 18 marzo, con la collaborazione dei docenti della Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi de L’Aquila, dei soci Cai e del personale di sorveglianza del Parco Nazionale Lazio Abruzzo e Molise nella attività divulgativa frontale ed esperenziale.
Sono stati coinvolti in media per ogni lezione duecentoventi studenti delle scuole medie ed elementari del plesso scolastico di Trasacco e sessantacinque di quello di Pescasseroli. Per gli insegnanti il corso ha avuto valenza di credito formativo professionale. Ora è in fase di predisposizione, con appositi elaborati, la verifica del raggiungimento degli obiettivi previsti nel progetto e cioè: fornire i mezzi cognitivi per una conoscenza più approfondita del problema clima (cause ed effetti), del territorio e per una corretta interpretazione dei fenomeni naturali e delle dinamiche geomorfologiche dell’area; far riflettere sull’importanza dell’ecosistema montagna (boschi ed acqua) e sulla sostenibilità ambientale secondo l’Agenda 2030; far crescere nei ragazzi la cultura della tutela del proprio territorio, la valorizzazione delle risorse, la consapevolezza e l’urgenza della necessità di modificare i propri stili di vita; promuovere la conoscenza dei Cai ed i suoi scopi per la tutela dell’ambiente.

Comitato Scientifico Cai Abruzzo

Segnala questo articolo su:


Torna indietro