Montagna e animali selvatici: quale futuro? Se ne parla al CAI SEM Milano

Il 23 novembre 2017 con il dott. Luca Pellicioli si parlerà delle modifiche alla biodiversità alpina causata dai cambiamenti climatici, tra aumento degli ungulati e ritorno dei grandi carnivori.

La locandina della serata

20 novembre 2017 - Da alcuni alcuni decenni il territorio alpino è stato investito da profondi cambiamenti ambientali, che hanno determinato una serie di modifiche nella sua biodiversità. Si è assistito, ad esempio, a un significativo aumento nel numero di ungulati selvatici, affiancato, in molte molte regioni, al ritorno dei grandi carnivori e, di conseguenza, alla nascita di nuovi problemi di conservazione delle specie.

Nuove sfide ci attendono quindi nei prossimi anni, per sviluppare la conoscenza di queste popolazioni di animali selvatici e favorire il mantenimento di un equilibrio con il patrimonio zootecnico e l'uomo. Partendo dall'attuale situazione, faremo una panoramica su cosa è accaduto e sta accadendo nelle «nostre» Alpi.

"Montagna e animali selvatici: quale futuro?" è in programma il 23 novembre alle 20:45 alla nuova sede SEM in Piazza Coriolano, 2 a Milano. Interverrà il dott. Luca Pellicioli, medico veterinario e vicepreseidente del Comitato Scientifico Centrale del CAI.

CAI SEM Milano

Segnala questo articolo su:


Torna indietro