Nicole Slupetzky è la nuova Presidente del Club Arc Alpin

A Monaco di Baviera l'annuale assemblea che riunisce rappresentanti di tutte le principali associazioni alpinistiche dell'arco alpino

Nella foto da sx: Zambon, Grant, Slupetzky, Veronesi

15 settembre 2019 - Si è tenuta ieri, 14 settembre 2019, a Monaco di Baviera l'assemblea annuale del Club Arc AlpinIl Cai ha partecipato ai lavori con Renato Veronesi, delegato della Presidenza per i rapporti internazionali e Antonio Zambon membro del board per il nostro Sodalizio.

L'assemblea è stata l'occasione per approfondire i programmi del futuro e in particolare l'attività delle tre commissioni: commission of nature protection and alpine spacial planning, commission of huts and trails, commission of mountaineering, training and safety. Il Club alpino italiano ha un suo rappresentante in ognuna delle commissioni, Simone Papuzzi per la protezione dell'ambiente, Claudio sartori per rifugi e sentieri e lo stesso Veronesi per alpinismo, formazione e sicurezza. L'assemblea, dopo il consueto dibattito tra i rappresentati intervenuti da tutto l'arco alpino, ha approvato i piani di lavoro per i prossimi 12 mesi (per approfondire https://www.club-arc-alpin.eu/en/about-us/the-commissions).

Il momento più importante della giornata è stato il rinnovo delle cariche e in particolare l'elezione della nuova presidenza. Eletta all'unanimità dall'assemblea Nicole Slupetzky, attuale Vicepresidente del Club alpino austriaco. La Slupetzky, prima donna eletta nella storia del Club Arc Alpin, succede a Klaus Jurgen Grant rappresentante del DAV restato in carica per otto anni. Tutto il Cai, a nome del Presidente Torti, esprime soddisfazione per la scelta di un profilo che, visto il proprio curriculum professionale e personale, garantirà nel corso del suo mandato grande attenzione ai temi ambientali e potrà costruire un percorso per cominciare a parlare ai più giovani.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro