"Note al tramonto" con il CAI Castrovillari

Il 20 luglio, presso il rifugio CAI Biagio Longo a Campolongo di Mormanno, si esibirà l'Antonio Dambrosio ensemble, che celebra e la cultura del vino el'amore per la propria terra attraverso nove composizioni.

La locandina del concerto

24 giugno 2019 - Come il mosto in vino, selezionati versi poetici si trasformano in note musicali per levare un inno all'ebbrezza dionisiaca, inseguendo intriganti tessiture che, dall'Asia Minore alla Magna Grecia, giungono fino alle contrade dell'Alta Murgia, luogo d'origine dell'autore che rigenera i motivi della tradizione secondo registri espressivi fondamentalmente jazz.

Celebrare la cultura del vino attraverso nove composizioni che abbracciano parola poetica recitata e note che guardano al vasto orizzonte jazz contemporaneo. Ci è riuscito, con gusto davvero inebriante e piacevolezza d’ascolto, Antonio Dambrosio, compositore e percussionista altamurano, che conferma la sua singolarità di autore propenso a far dialogare musica e letteratura. 

"Il progetto nasce essenzialmente da una forte passione che abbiamo, oltre che per la musica e la nostra terra, anche per questo stupendo frutto della natura: il vino, e dal rapporto molto stretto tra esso e la letteratura, in particolare la poesia. Cosi abbiamo pensato di raccogliere una serie di testi poetici di alcuni tra gli autori più rappresentativi tra i quali Carducci, Baudelaire, Orazio, Eduardo, Neruda per citarne alcuni, che si sono lasciati ispirare, e li abbiamo tradotti in musica. I versi si sono tramutati in note, e le note sono state versate nei versi."

Il concerto "Mo sto" dell'Antonio Dambrosio ensemble è in programma il 20 luglio alle 18 presso il rifugio Biagio Longo, gestito dal Cai Castrovillari, a Campolongo di Mormanno.

CAI Castrovillari

Segnala questo articolo su:


Torna indietro