Nuoro avrà uno “Spazio Montagna”, con Sezione locale e CAI Sardegna

Sarà un luogo, da ricavare negli spazi della ex Artiglieria cittadina, di ritrovo, incontro socializzante, formazione teorico-pratico e di crescita culturale. Il progetto è stato approvato dall'Amministrazione comunale.

La delegazione CAI con il sindaco

19 aprile 2018 - Alea Iacta est. Il dado è tratto. Nuoro avrà uno “Spazio Montagna”, protagonista il CAI Nuoro e il CAI Sardegna. C’è una parte di città che si sta rinnovando attraverso un progetto di riqualificazione urbana. In particolare quei sei ettari della ex –Artiglieria, da due terzi di secolo occupata da militari, rinasce per scopi civili, di cultura, università, sport, e Spazio montagna, appunto.

Quando al Sindaco sono state consegnate le chiavi e l’esercito o quel che resta è andato a Prato Sardo, al gruppo alpinistico del Cai Nuoro gli si è accesa la felice lampadina. Subito idea-progetto, accolta e votata dal nuovo Comitato direttivo sezionale e consegnata al Sindaco che ne ha colto immediatamente l’importanza, assumendo impegni già in fase prossima di progettazione. Dopo la premessa sulla natura e sulle funzioni del CAI, questa la proposta:

Gentile Signor Sindaco, per quanto sopra esposto e al fine di poter perseguire al meglio le finalità e gli obiettivi istituzionali a favore dei territori e delle popolazioni montane, con la presente, si ritiene opportuno e doveroso segnalare, alla Sua spettabile Amministrazione Comunale, l’importanza di poter disporre nel Centro Sardegna di uno "SPAZIO MONTAGNA", opportunamente organizzato - da individuare all'interno delle strutture «ex artiglieria» di Nuoro - quale luogo: di ritrovo e di incontro socializzante per tutti gli appassionati alpinisti, escursionisti, speleologi, soccorritori alpini e giovani apprendisti della montagna; di formazione teorico-pratico e di crescita culturale, utile per promuovere, programmare, organizzare e realizzare in sicurezza le attività e le discipline alpinistiche, escursionistiche, speleologiche e del soccorso, connesse alla frequentazione delle montagne della Sardegna, con speciale riguardo al coinvolgimento delle popolazioni montane e in particolare delle sue giovani generazioni”.

Al termine del positivo faccia a faccia con il Sindaco, il presidente sezionale CAI ha scritto ai soci sulla pagina Facebook sezionale.

Cari soci, abbiamo stamane concretizzato l'incontro con il sindaco di Nuoro Andrea Soddu. Con me i componenti del direttivo Antonio Mura, Alfieri Prina, Doru Potoroaca, Past president Peppino Cicalò, il socio Carlo Melis. In orario di lavoro non tutti hanno avuto la disponibilità della presenza fisica, ma li abbiamo sentiti comunque vicini. Ore 12, puntuale arriva il Sindaco. Ha ritenuto la riunione troppo importante per riceverci nella saletta Giunta; quindi la formale Aula Consiliare. Ha manifestato subito la volontà positiva dell'amministrazione e, con il mio intervento, abbiamo posto il progetto "Spazio Montagna", da realizzare nei nuovi grandi spazi dell'ex Artiglieria in Città. Ho ricostruito le tappe del CAI Nuoro, ho fatto camminare il sindaco insieme a noi sulle montagne del nuorese. Ho cercato di spalancare la finestra sulla nuova straordinaria cultura della montagna, per noi e per le nuove generazioni. Dopo di me il past president Peppino Cicalò ha ripercorso la storia del Cai Sardegna, disegnando nuove prospettive e sottolineando la fondamentale importanza di uno spazio montagna adeguato per Nuoro e il centro Sardegna. Impegni del sindaco: dentro la programmazione tecnica della ex artiglieria ci sarà lo “Spazio Montagna”, nei modi e nei termini che saremo chiamati a concordare; disponibilità a valutare nel breve periodo, la possibilità di uscire dai luoghi angusti nei quali oggi operiamo. Concretezza, passione e vicinanza al CAI. Abbiamo consegnato l'Idea Progetto e gli abbiamo fatto omaggio di: tracciato del selvaggio Blu (Italiano e Inglese), programma traccia della prossima escursione a Su Suercone, programma sezionale 2018, modulo per la richiesta di iscrizione al CAI. Ci ha consegnato, per la biblioteca sezionale, lo studio di architetti per la Nuova Città. Lo abbiamo ringraziato. Lo rivedremo il 13 maggio, verso Punta Lamarmora, sui tornanti di Arcu Gennargentu per la Montagna che unisce. Grazie a tutti.

Matteo Marteddu
Presidente CAI Nuoro

Segnala questo articolo su:


Torna indietro