Nutrita partecipazione al 17° Congresso regionale escursionismo delle Sezioni CAI Alto Adige e SAT

Un'ottantina gli Accompagnatori presenti nell'Oratorio del Duomo di Trento. Tra i temi cambiamenti climatici, catasto sentieri, nuovi piani didattici e importanza della formazione dei Titolati.

I partecipanti al congresso

11 novembre 2019 - Come consuetudine anche quest’anno, in tardo autunno, si è tenuto il Congresso Regionale degli Accompagnatori di escursionismo CAI-SAT del Trentino Alto Adige che ci ha visto riuniti presso l’aula magna dell’Oratorio del Duomo di Trento.

Eravamo un'ottantina di partecipanti a seguire i lavori di questo ricco appuntamento valevole anche come aggiornamento culturale di qualificati e titolati del Trentino – Alto Adige. Prima dell’inizio dei lavori hanno portato i loro saluti il moderatore Enrico Biasi, Presidente dell’OTTO della SAT ed organizzatore dell’evento, Anna Facchini Presidente della SAT, il consigliere centrale Domenico Sighel, mentre per l’Alto Adige il Vicepresidente Maurizio Ruaz ed il Presidente dell’OTTO Andrea Barbari. In rappresentanza della Commissione centrale per l’Escursionismo ha salutato i convenuti il Vice presidente della CCE Mario Rizza, mentre. a nome della Scuola di Escursionismo (SPE) ha salutato i convenuti Filippo Cecconi sottolineando l’importanza della formazione dei nostri titolati ed il loro ruolo nelle Sezioni.

Il primo intervento della giornata sul tema “Clima, ghiacciai e uomini che cambiano” è stato tenuto da Cristian Casarotto del MUSE che in maniera coinvolgente ha reso partecipi i presenti con simpatici esercizi pratici inerenti l’ormai effimero mondo del ghiaccio.
E’ seguito l’intervento di Michele Zanolli della Commissione sentieri della SAT che ha illustrato il progetto Catasto e sentieri, con riferimento all’analogo progetto nazionale che sta portando avanti la SOSEC, organo centrale del CAI che si occupa di sentieri e cartografia a livello nazionale.

Nel primo pomeriggio sono stati consegnati i libretti personali agli AE titolati nel 2017 e consegnati gli attestati di riconoscimento di qualifica a ventisei ASE che da poco hanno terminato il corso. A seguire la presentazione da parte dell’ANE Gianmarco Richiardone che ha illustrato il corposo elaborato delle linee guida e dei nuovi piani didattici appena approvati dagli organi tecnici centrali e che non mancheranno di apportare nuove e non poche modifiche ai piani formativi dei titolati di escursionismo. E’ seguito un dibattito sullo stesso argomento che dovrà essere approfondito ulteriormente ed inoltre un momento di confronto sulle problematiche inerenti l’accompagnamento.

E’ stato un momento per consolidare vecchie e nuove amicizie nell’intento di migliorare ulteriormente il nostro volontariato nelle Sezioni.

ANE Cecconi Filippo

Segnala questo articolo su:


Torna indietro