Oltre 4000 alunni per l'attività didattica online del Sondrio Festival

I ragazzi delle elementari e delle medie di Valtellina e Valchiavenna coinvolti, in classe o da casa, in laboratori, approfondimenti e visione dei documentari, tra natura, crisi climatica e animali.

12 novembre 2020 - Mancano due giorni al via della 34a edizione di Sondrio Festival, la Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi, che quest'anno si svolgerà interamente online. Nel frattempo è già in pieno svolgimento la consueta attività con le scuole che sta coinvolgendo oltre 4000 alunni delle scuole elementari e medie della Valtellina e della Valchiavenna.

Anch'essa, a causa della pandemia in corso, esclusivamente sul web, tra laboratori, workshop, approfondimenti e visione dei documentari. Una visione arricchita dagli approfondimenti di Massimo Favaron, coordinatore delle attività didattiche e divulgative del Parco Nazionale dello Stelvio, che aiuta bambini e ragazzi a inquadrare i contesti naturalistici e i temi proposti attraverso chiavi di lettura e spiegazioni utili alla riflessione. Per quanto riguarda i laboratori, i temi scelti sono l'acqua, la genetica, la chimica, il cambiamento climatico e le energie alternative.

Lo spettacolo interattivo "Viaggio nel tempo" trasporta poi i giovanissimi nel 2060 e li pone di fronte a una situazione catastrofica: il surriscaldamento globale e l'inquinamento mettono a rischio la Terra. Sarà l'astronauta Toni, arrivato per errore dal 2020, a salvarla.

Tutte le attività si svolgono in classe, quando possibile, con il supporto online degli esperti che guidano i ragazzi, oppure a casa. L'altra iniziativa pensata per i giovanissimi, la mostra dei dinosauri nelle piazze e nelle vie di Sondrio, non si potrà invece svolgere ma verrà proposta a primavera.

Red


Segnala questo articolo su:


Torna indietro