Partiti in tutta Italia gli Aggiornamenti 2018 dei Titolati di Escursionismo AE-EEA specializzati in Accompagnamento in Ferrata

Organizzato in Lombardia a fine maggio il primo evento a livello locale, con oltre 70 partecipanti che hanno aprrofondito nuova normativa relativa ai Kit da Ferrata (denominata EN 958 – 2017).

Un momento dell'Aggiornamento

13 giugno 2018 - Nell’ultimo fine settimana di maggio a Passo San Marco (Mezzoldo - BG), caratterizzato da tempo avverso e aggravato anche da qualche acquazzone, si è svolto l’aggiornamento degli oltre 70 Titolati lombardi di Escursionismo con specializzazione di accompagnamento in ferrata (AE-EEA).

La sessione replicata in ciascuna delle due giornate aveva una duplice finalità: l’approfondimento della nuova normativa relativa ai Kit da Ferrata (denominata EN 958 – 2017) da poco entrata in vigore, e lo sviluppo delle capacità tecniche degli Accompagnatori attraverso una esercitazione pratica sulle tecniche di movimento su terreno innevato o ghiacciato, compreso l’utilizzo delle attrezzature, l’approntamento di ancoraggi e le manovre di stesura di una corda fissa.

Come da linee guida emanate dalla Scuola Centrale di Escursionismo del CAI, l’aggiornamento, il primo organizzato a livello locale, è stato ufficializzato dall’OTTO Lombardo di Escursionismo che ha dato mandato alla propria Scuola Regionale di pianificarlo in collaborazione con le Scuole di Alpinismo e Scialpinismo Lombarde e del Centro Studi Materiali e Tecniche.

Tale collaborazione, già attiva da in Lombardia da qualche anno all’interno del Coordinamento degli OTTO, ha evidenziato quel valore aggiunto che serviva per dare autorevolezza all’evento che aveva l’obiettivo di accrescere le conoscenze sulle tecniche e sui comportamenti da adottare per affrontare e risolvere eventuali situazioni impreviste o imprevedibili che talvolta nelle escursioni in questo ambiente possono sopraggiungere.

In particolare le trattazioni in aula sulla nuova norma EN958 sono state preparate e tenute dall’Istruttore di Sci Nazionale di Alpinismo Sci Alpinismo, Vittorio Bedogni che, oltre ad essere da sempre all’interno del CSMT Lombardo, è anche l’attuale rappresentante del CAI all’interno dell’UIAA. Vittorio tra l’altro ha arricchito le sue lezioni proponendo un interessante ripasso sul fattore di caduta e la forza d’arresto. Ha spiegato i differenti modi di intervenire, e le singole criticità, tra i classici kit da ferrata con dissipatore metallico ed i sempre più diffusi kit con dissipatore tessile.

Le lezioni e le esercitazioni pratiche in ambiente sono state invece compiute, il sabato, sotto la supervisione di quattro Istruttori Nazionali di Alpinismo capitanati da Tiziano Bresciani, Direttore della relativa Scuola di Alpinismo Lombarda e la domenica da quattro Istruttori Nazionali di Scialpinismo capitanati da Massimo Carrara, Direttore della relativa Scuola di Scialpinismo Lombarda

Le esercitazioni pratiche,molte delle quali eseguite in condizioni meteo particolari, sotto la pioggia e con temperature basse, hanno toccato vari argomenti quali il movimento da farsi in piano, salita in diagonale e a fronte con e senza ramponi su varie inclinazioni di pendio, movimenti in discesa con prove pratiche di caduta. Si è poi passati alle varie predisposizione di ancoraggi con piccozze o materiali di fortuna (corpi morti) ed infine alla modalità di stesura di una corda fissa in orizzontale e verticale. Novità assoluta per l’escursionismo è stata la dimostrazione dell’approntamento di un fungo di neve o di ghiaccio da utilizzarsi come ancoraggio per calata di emergenza.

Si ringraziano gli Istruttori intervenuti che a detta di tutti i presenti hanno mostrato, estrema competenza, chiarezza e pacatezza nelle spiegazioni e nelle dimostrazioni. Si è soprattutto percepita la condivisione degli obiettivi, la disponibilità di confronto e la passione con cui hanno approcciato questa esperienza con i Titolati di escursionismo.

Anche gli Accompagnatori non sono stati da meno, hanno dimostrato attenzione, voglia di apprendere e di fare. Si sono esercitati e hanno operato con condizioni meteo che francamente non erano delle migliori. Sicuramente questa situazione è stata una buona palestra di allenamento.

Un grazie agli Accompagnatori componenti dell’OTTO e della SRE Lombarda, Paolo, Enrico, Gigi, Tino, Tiziano, Vincenzo che si sono adoperati per la buona riuscita di questo aggiornamento.

Significativa è la frase di un Accompagnatore che ha partecipato all’aggiornamento. “….. in particolare ho apprezzato come finalmente si sia riusciti a uscire dai "silos" delle singole Commissioni utilizzando le migliori competenze del CAI per ogni argomento trattato …..”.

Crediamo che questa ultima frase identifichi al meglio lo spirito di questo aggiornamento.

Scuola Regionale di Escursionismo & O.T.T.O. - Lombardia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro