Presentato il Verona Mountain Film Festival 2016

Appuntamento presso il Palazzo della Gran Guardia dal 16 al 20 febbraio 2016 con la prima edizione del festival dedicato alla montagna, all’alpinismo e agli sport d’alta quota. Organizzazione a cura delle Sezioni e Sottosezioni CAI della provincia.

I relatori della conferenza del 12 febbraio

Si è svolta venerdì 12 febbraio 2016 alle ore 12,00 presso la Sala Arazzi di Palazzo Barbieri - Comune di Verona, la conferenza stampa di presentazione della prima edizione del “Verona Mountain Film Festival”, il primo festival veronese interamente dedicato alla montagna, all’alpinismo e agli sport d’alta quota, che si terrà nel seicentesco Palazzo della Gran Guardia, in piazza Bra, da martedì 16 fino a sabato 20 febbraio 2016 a partire dalle ore 20.30.

La manifestazione è il frutto dell’impegno congiunto di attori distinti, ma accomunati dalla passione per l’ambiente montano e impegnati da sempre, seppure con modalità diverse, nella valorizzazione del territorio: l’Associazione Montagna Italia, ideatrice del progetto; le sezioni del Club Alpino Italiano di Verona, Legnago e San Bonifacio e le sottosezioni Geaz e Gem, a cui si deve l’organizzazione generale; e infine il Comune di Verona, che ha saputo cogliere le potenzialità di questa nuova iniziativa e ha scelto di scommettere su di essa, concedendole il proprio prezioso supporto.

Hanno portato il loro saluto Alberto Bozza, Assessore sport e tempo libero del Comune di Verona, Alessandro Camagna, Presidente Club Alpino Italiano sezione di Verona, Roberto Gualdi, Presidente Associazione Montagna Italia, Silvia Lorenzi, Soprano della Compagnia delle Chiavi, Matteo Bogoni, Maestro del Coro Scaligero dell’Alpe e Stefano Zaninelli Direttore generale di ATV - Azienda Trasporti Verona s.r.l.
L’evento è stato realizzato con la collaborazione di AGSM Verona S.p.a., per la quale si ringrazia il Presidente Fabio Venturi.

Il Festival vuole mostrarvi le montagne come non le avete mai viste, attraverso lo sguardo dei registi che, da ogni angolo del mondo, hanno inviato in concorso i loro spettacolari documentari. Panorami mozzafiato, ascensioni al limite delle possibilità dell’uomo e l’adrenalina degli sport estremi sono solo alcune delle suggestioni che si potranno ritrovare nei film proposti e negli appuntamenti collaterali in programma: fra tutti, la proiezione fuori concorso del lungometraggio “Messner: il film” del tedesco Andrea Nickel e l’esibizione del Coro Scaligero dell’Alpe del Club Alpino Italiano di Verona. Da sottolineare anche la presenza di Skytg24 con il caporedattore Daniele Moretti che ha realizzato il film che vedremo fuori concorso “K2: un urlo dalla vetta”.

L’ingresso alle serate sarà totalmente gratuito: un impegno importante, a testimonianza dell’attenzione che gli organizzatori vogliono riservare agli appassionati, ai cittadini e ai turisti interessati all’evento. Con queste premesse, il Festival è stato pensato come un vero e proprio dono a Verona, che completa il ricco cartellone culturale della città con una proposta di valore e liberamente accessibile a tutti. A rendere possibile tutto ciò, le sinergie che i suoi promotori hanno saputo sviluppare, in un’azione corale che ha tratto forza dalle singole esperienze mettendole a frutto a beneficio del territorio.

L’auspicio è che l’iniziativa, che ha tutte le carte in regola per guadagnarsi l’apprezzamento del pubblico e della critica, getti quest’anno solide basi per svilupparsi in futuro. Le risorse e le energie profuse sono tante, ma altrettanto consistente è lo stimolo che spinge il Club Alpino Italiano, il Comune di Verona e l’Associazione Montagna Italia a lavorare per consolidare un appuntamento turistico e culturale che sappia premiare l’investimento di quanti hanno creduto in questo nuovo progetto e diventare motivo d’orgoglio per la stupenda città che lo ospita.

Comunicato Associazione Montagna Italia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro