“Racconti di guerra, i segni dell’uomo nelle Terre Alte”. A disposizione delle Sezioni CAI la mostra dedicata a Mario Rigoni Stern

L'esposizione è composta da 63 foto selezionate da quelle partecipanti all'omonimo concorso fotografico del Comitato Scientifico veneto, friulano, giuliano del CAI. Disponibile anche il catalogo fotografico relativo al concorso.

Foto vincitrice della categoria "Giovani" del concorso

30 gennaio 2017 - È a disposizione delle Sezioni CAI che ne fanno richiesta, la Mostra fotografica del IV Concorso dedicato a Mario Rigoni Stern, dal titolo: “Racconti di guerra, i segni dell’uomo nelle Terre Alte”.
La mostra è composta da 20 pannelli 100x70cm, con 63 foto a colori e bianco e nero. Tra queste sono inserite le foto premiate e segnalate, più una raccolta delle migliori immagini pervenute, scelte dalla giuria.
Vi sono anche 12 foto fuori concorso, scelte da alcuni fotografi e naturalisti. La mostra è arricchita da citazioni di opere di Mario Rigoni Stern.

Il concorso fotografico ha avuto un notevole successo con molti partecipanti - in gran parte del Nord Est d’Italia ma diversi anche da altre zone, tra cui Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Lazio, Umbria e Puglia – che hanno concorso inviando centinaia di immagini.

Anche quest’anno è stato realizzato il catalogo fotografico della mostra di 120 pagine a colori, con le immagini della mostra, arricchite da approfondimenti, citazioni di opere di Rigoni Stern e un’intera sezione dedicata al concorso di CAI Veneto per le scuole primarie e secondarie del Veneto, dal titolo: “I Sentieri della Grande Guerra”.
Un volume sicuramente interessante, ricco di immagini ma anche di contenuti. Prezzo di copertina 15 euro, scontato per le Sezioni.

La mostra ed i cataloghi sono a disposizione su richiesta, contattando via e-mail il seguente indirizzo: mostramrs@caicsvfg.it. Chi fosse interessato all’esposizione della mostra presso la propria Sezione, è pregato di segnalare la prenotazione al più presto poiché il calendario si sta velocemente riempiendo.

Informazioni più dettagliate sono reperibili sul sito del Comitato Scientifico VFG cliccando qui.

Comitato Scientifico VFG del CAI

Segnala questo articolo su:


Torna indietro