Rilanciare la causa montana nel 50° anniversario della morte del sen. Michele Gortani, Padre Costituente e studioso sempre impegnato per le terre alte e i montanari

Sabato 30 aprile 2016 a Trento il CAI e l'Associazione ex Parlamentari della Repubblica organizzano una giornata di studio aperta al pubblico per incentivare le istituzioni a tornare a occuparsi di montagna secondo il dettato costituzionale.

Rilanciare l'attenzione alla montagna, a livello sociale, economico, politico e istituzionale. Con questo obiettivo il Club alpino italiano e l'Associazione ex Parlamentari della Repubblica promuovono la giornata di studio aperta al pubblico “La causa montana”, in programma sabato 30 aprile 2016 a Trento, presso la Sala Don Guetti, Cassa Centrale Casse Rurali Trentine (Via Vannetti, 8, inizio lavori ore 9). L'incontro è compreso nel programma della 64a edizione del Trento Film Festival.

L'occasione è il 50° anniversario della scomparsa di Michele Gortani, Geologo, Costituente e Senatore della Repubblica, la cui opera è stata fondamentale per la montagna. Si deve a lui il secondo comma dell'articolo 44 della Costituzione che recita “La Legge dispone provvedimenti a favore delle zone montane”, inserito grazie a un emendamento del Comitato per la montagna il cui primo firmatario fu proprio Gortani, Deputato all'Assemblea Costituente.

A Trento interverranno diversi attori che si occupano di montagna. A livello istituzionale il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla montagna, l'Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna, l'Intergruppo Aree Montane e Piccole Isole del Parlamento Europeo, l'ANCI, la Provincia Autonoma di Trento e diversi Comuni.

A livello associativo ANA, Federbim, Uncem, SSI, i più importanti centri di ricerca universitaria e accademica sulla montagna (Unimont, Unituscia, Rete Montagna, Fondazione Angelini) e i centri di ricerca sociale ed economica sulle terre alte (Consiglio Nazionale delle Ricerche, Trentino School Management, Fondazione Montagne Italia).

La montagna è l'unico territorio che viene espressamente menzionato nella Carta Costituzionale. Di conseguenza è importante che le istituzioni tornino a occuparsi con priorità della causa montana che unisce Alpi e Appennini per mantenere e sviluppare secondo criteri di sostenibilità la vita e le attività umane. E' questo il messaggio che il CAI vuole lanciare, aprendo una riflessione per produrre proposte comuni a tutti gli attori che interverranno a Trento.

Il Sodalizio, fedele ai suoi valori costitutivi, vuole inoltre promuovere la costruzione di un rapporto solidale tra montagne, città e centri metropolitani.

Qui sotto è scaricabile il programma della giornata.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro