Sentiero Italia, Catasto dei Sentieri e GeoResQ: collaborazione di Unpli e Ministero per i progetti del CAI

Queste le notizie più importanti per il Club alpino uscite dalla presentazione della Staffetta “Da Francesco a Francesco” oggi a Roma. Presente il Vicepresidente generale Antonio Montani

13 settembre 2018 - Disponibilità dell’Unpli (Unione Nazionale Pro Loco d'Italia) a collaborare nella manutenzione dei sentieri e della segnaletica e supporto del Ministero nella promozione e diffusione dell’app GeoResQ nei confronti dei frequentatori dei percorsi storico-religiosi italiani, a partire dalla Via Francigena.

Sono questi gli elementi più importanti in ottica CAI “usciti” dalla presentazione dell’edizione 2018 della Staffetta “Da Francesco a Francesco”, avvenuta oggi a Roma, nella sede del MIBAC. Una conferenza dove, oltre all’importante evento di Unpli (in programma da Roma ad Assisi dal 14 settembre al 4 ottobre), si è parlato anche di valorizzazione di percorsi escursionistici  e cammini e di promozione del turismo lento.

Per il Club alpino italiano è intervenuto il Vicepresidente generale Antonio Montani, che ha presentato i progetti di risistemazione e rilancio del Sentiero Italia e di creazione del Catasto Nazionale dei Sentieri.

Progetti per i quali ha ricevuto il plauso dai presenti e la disponibilità di Unpli a collaborare nella manutenzione (come accennato sopra). “La revisione del Sentiero Italia sarà ultimata entro pochi mesi, in modo da rilanciare quello che è il percorso escursionistico più lungo del mondo nel 2019, Anno del Turismo Lento”, ha detto Montani, che ha raccontato poi come il direttore del Dipartimento generale Turismo del Ministero Francesco Palumbo abbia assicurato la propria collaborazione per diffondere la app Cai-Cnsas GeoResQ a tutti i frequentatori dei cammini italiani. Anche i rappresentanti dell’Associazione delle Vie Francigene hanno appoggiato la proposta.

Per maggiori informazioni sulla Staffetta “Da Francesco a Francesco”: http://www.camminitaliani.it/

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro