"Sequenza sismica": a Modena si parla di terremoti e ricostruzione, dall'Emilia al Centro Italia

Appuntamento sabato 13 gennaio 2018 con l’esperienza diretta di chi presta soccorso, di chi ricostruisce muri ed edifici e di chi aiuta a superare il trauma psicologico. Tra i temi anche la Casa della Montagna di Amatrice.

11 gennaio 2018 - Non solo l’esperienza diretta di chi presta soccorso e di chi ricostruisce muri ed edifici, ma anche il resoconto di chi aiuta a superare il trauma psicologico che segue al terremoto, affiancati alla disamina di chi studia i fenomeni sismici a livello scientifico e di chi invece li interpreta attraverso i linguaggi dell’arte e dell’immagine.

Promossa dalla Fondazione Modena Arti Visive a margine della mostra Sequenza Sismica, in corso al Mata di Modena fino al 4 febbraio, la giornata di studi in programma sabato 13 gennaio alla Camera di Commercio di Modena sarà occasione per declinare il tema del terremoto secondo molteplici prospettive.

A partire dalle ore 10.30, la Sala Panini della Camera di Commercio di Modena vedrà alternarsi diversi relatori, che racconteranno le loro esperienze professionali e umane legate ai terremoti che hanno colpito l’Emilia nel 2012 e il Centro Italia nel biennio 2016-2017. Tra gli altri, interverranno Luca Calzolari, direttore del Giornale della Protezione Civile e di Montagne360; Tommaso Colella, ingegnere che si è occupato della ricostruzione post-sisma per la provincia di Modena; Fabio Desideri, Presidente CAI Lazio; Nora Marzi, allora responsabile del Servizio di Psicologia dell’Area Nord dell’AUSL di Modena; Alberta Pellacani, artista e regista modenese; Fabrizio Pregliasco, Presidente nazionale ANPAS; Margherita Russo, docente di economia all’Università di Modena e Reggio Emilia; Giuseppe Schena, sindaco di Soliera nel 2012, oggi Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi; Franco Tanzi, Presidente CAI Amatrice; Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, autori dell’opera video Magnitudo, esposta all’interno della mostra Sequenza Sismica.

La giornata intende fornire un’occasione di dialogo e scambio tra chi da anni lavora nella medesima direzione, pur provenendo da contesti geografici e professionali diversi. L’incontro, a ingresso libero fino a esaurimento posti, si aprirà con i saluti istituzionali del presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, del sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e del presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Modena Paolo Cavicchioli. Si concluderà alle 18.30 con la proiezione dell’opera video COSEsalve, girata da Alberta Pellacani nell’Emilia del dopo sisma.

Tra i temi verrà presentato anche il progetto della Casa della Montagna di Amatrice, portato avanti da CAI e ANPAS.

Clicca qui per scaricare il programma.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro