Sì all'alpinismo, all'arrampicata e all'escursionismo ma senza competizione e agonismo

Questi i concetti ribaditi dal CAI nella "Serata Panathlon" a Mantello (SO). Per il Presidente generale Torti occorre recuperare una dimensione reale dell'andare in montagna, che abitui alla fatica, indispendabile per formare il carattere.

Un momento della serata

15 giugno 2018 - Serata sul Panathlon ieri presso l'agriturimo La Fiorida di Mantello (SO), dedicata al CAI con il Presidente Generale Vincenzo Torti. Nel suo discorso il Presidente ha evidenziato come il termine "sport", inteso come attività fisica, ludica, non necessariamente agonistica, si possa applicare all'alpinismo, che di per sè è un'attività dinamica. Pertanto oggi occorre recuperare una dimensione reale dell'andare in montagna, che abitui anche alla fatica, per formare il carattere indispensabile alla vita.

Il CAI, che come ebbe a scrivere Luigi Bombardieri nel suo testamento, è "scuola di carattere, di onestà e di solidarietà", vuole pertanto aiutare le persone ad approcciarsi alla montagna con capacità necessarie e con il giusto rispetto dovuto alla montagna stessa.

Occorre ricordare che la montagna non è sempre accessibile, ma occorre tenere conto di due fattori: oggettivo (la montagna è pericolosa) e soggettivo (bisogna conoscere i propri limiti).
Quindi il CAI dice sì all'alpinismo, all'arrampicata, all'escursionismo ma senza competizione e agonismo.

Durante l'evento, organizzato dal CAI Valtellinese, è stato altresì proiettato il video "emozionale" che racconta la montagna vista del CAI, realizzato dalla regista Nicoletta Favaron.
Alla serata, presentata da Angelo Schena, presidente Panathlon Club di Sondrio e Centro Cinematografia e Cinetaca CAI, erano presenti, tra gli altri, Achille Mojoli, Presidente Panathlon Club di Como, Paolo Camanni, Marco Poncetta, Valerio Masa, Presidenti, rispettivamente, del CAI Sezione Valtellinese, CAI sezione di Morbegno e CAI Colico, Oscar del Barba, Camillo Della Vedova e Marusca Piatta, entrambi past President della Sezione Valtellinese.

CAI Valtellinese

Segnala questo articolo su:


Torna indietro