Spedizione in "rosa" del CAI Sora sull'Elbrus

La Socia Laura Mozo ha raggiunto la vetta più alta d'Europa lo scorso 14 luglio, insieme all'alpinista Juanito Oiarzabal. Laura è stata la prima iscritta alla Sezione (uomini compresi) ad aver salito questa montagna.

Oiarzabal e la Mozo in vetta

16 luglio 2019 - Con grande gioia il CAI Sora annuncia che il 14 luglio alle ore 8.15 la nostra socia Laura Mozo ha raggiunto la vetta del Monte Elbrus (5.642 mt.), la più alta montagna caucasica, dell’intero continente europeo ed una delle Seven Summits, le sette vette più alte per ciascuno dei continenti.

Per il Cai Sora un doppio motivo di orgoglio: è la prima volta nella ricca storia alpinistica della nostra Sezione, una delle più attive in questo campo del centro Italia, che un socio ascende questa cima, ma soprattutto a farlo è una donna, non nuova a queste spedizioni, a dimostrazione che tra le donne e la montagna c’è un legame assai profondo: entrambe esigono una conquista, entrambe sono tanto belle e desiderate quanto spesso inaccessibili.

Donne e montagna in realtà sanno dialogare, instaurando una relazione fatta di forza e di rispetto in cui, oltre ai muscoli, serve soprattutto la testa.
Auguri Laura!

La foto in vetta è con l'alpinista Juanito Oiarzabal uno dei pochi uomini al mondo ad aver scalato tutte le quattordici vette al di sopra degli ottomila metri e tra i pochissimi ad averlo fatto senza l'ausilio delle bombole d'ossigeno.

CAI Sora

Segnala questo articolo su:


Torna indietro