Tre giorni di festa all'Aquila per il Festival che rifiorisce

Dal 14 dicembre al 16 è "Winter Session 2018" con Nives Meroi, Hanjorg Auer e Romano Benet, ospiti di eccezione

12 dicembre 2018 – Il conto alla rovescia è partito. Ormai solo 48 ore ci dividono dalla Winter Session 2018 (14-16 dicembre), il Festival della Montagna 2018 che vedrà all’Aquila e sul Gran Sasso un ricco carnet di appuntamenti, anche se, rispetto al passato, si tratta di una tre giorni che guarda già all’edizione 2019 come l’appuntamento di rilievo per il rilancio in pompa magna del Festival. 
Presentato dal sindaco Pierluigi Biondi con l’ideatrice Eleonora Marzi (Associazione Gran Sasso Anno Zero) e con il Comitato festival della Montagna 2018, la manifestazione riprende nello spirito e nei temi le tre precedenti e fortunate edizioni del Festival. 

Lmontagna resta il simbolo della nostra città – ha detto un raggiante sindaco Biondi – quindi questo ritorno al festival mi fa molto felice. E’ un elemento fortissimo che identifica il nostro territorio, ci sentiamo infatti in un ambiente naturale unico al mondo che può essere utilizzato nell’arco di tutto l’anno solare”.
Biondi ha spiegato come i contrasti che hanno bloccato l’individuazione di un progetto di rilancio del festival sono stati superati grazie all’intervento concreto del Comune aquilano che ha destinato con delibera di Giunta, risorse per 150mila euro per 
avviare le politiche di tutela e, al contempo, le srutture ove realizzarle.
Dal prossimo anno il festival tornerà a svolgersi nella tradizionale “finestra” di ottobre – ha detto Biondi – e fa parte di una strategia complessiva di interventi insieme alla Perdonanza Celestiniana, come i Cantieri dell’Immaginario, la Maratona Jazz e Sharper. Ciò consente al Comitato organizzatore del Festival di conoscere a breve l’entità delle risorse su cui potrà contare per la prossima edizione dell’evento". 
In quest’ottica si deve inquadrare questa Winter Session, una sorta di aperitivo, per riavviare il motore del Grande Evento.
Dibattiti, incontri, attività sportive,
proiezione di film, presentazioni di libri e i guide, proposte per i bambini, ecco il piatto di portata di questa tre giorni aquilana. 

Ospiti.La figura di spicco della Winter Session 2018 è Nives Meroi, bergamasca i nascita e friulana di adozione, regina assoluta degli Ottomila che col marito Romano Benet ha scalato tutti e quattordici, salendo sulla vetta dell’Everest senza ausilio dell’ossigeno.
E poi sarà presente anche Hansjorg Auer, climber austriaco che fa del rischio il suo mestiere e due anni fa ha vinto il premio Paul Preuss, dedicato a quello che viene considerato il padre dell’arrampicata free. 
Non solo ospiti prestigiosi in questa Winter Sessions 2018, ma anche attività rivolte ai bambini, a
ttività che ne coinvolgeranno ben duecento delle scuole aquilane, nelle iniziative al Villaggio della Montagna (parco del Castello)e sul Gran Sasso d’Italia. 
In occasione della tre giorni aquilana sono previste molte attività: scialpinismo, ciaspolate, free ride, arrampicate, movimentazione piccozza e ramponi, sul Gran Sasso da venerdì a domenica. Previsto pure un costo speciale (9 euro) per il biglietto per funivia e navetta verso Fonte Cerreto
Il programma dela tre giorni aquilana in dettaglio è visibile su festivaldellamontagnalaquila.it.

Segnala questo articolo su:


Torna indietro