Tutto pronto per Sondrio Festival 2017: la natura conquista il cuore della città

Lunedì 13 novembre via alle attività con le scuole di ogni grado della provincia, che vedranno oltre 10.000 alunni scoprire natura, scienza, ambiente e linguaggio cinematografico.

Alunni al Sondrio Festival 2016

8 novembre 2017 - Il Teatro Sociale è tirato a lucido, presto in piazza Garibaldi spunteranno le tensostrutture del villaggio di Sondrio Festival e la Mostra internazionale dei documentari sui parchi chiamerà a raccolta gli appassionati di tutte le età. È quasi finito il conto alla rovescia per l'edizione 2017 di Sondrio Festival: il 13 novembre partiranno le iniziative per le scuole, il 16 toccherà alla rassegna dei film, nella nuova formula studiata da Assomidop per dare sempre più spazio a documentari, divulgazione, incontri, percorsi per gli studenti e divertimento per tutta la famiglia.

I primi ad iniziare l'avventura, lunedì mattina, saranno gli alunni che parteciperanno alle attività didattiche dell'edizione 2017, organizzate con il sostegno di ProValtellina: un viaggio “Fra schermo e realtà” alla scoperta di natura, scienza, ambiente e linguaggio cinematografico che nelle due settimane coinvolgerà 10.000 bambini e ragazzi, dalla scuola dell'infanzia alle superiori.

In programma, tutte le mattine, proiezioni dei documentari in concorso, una “scuola di doppiaggio” per provare a dar voce ai documentari e cimentarsi nell'improvvisazione, visite guidate alle mostre “Il cambiamento climatico. Quali scenari per la Valtellina?” e “Patriarchi arborei”, un tuffo nella natura del Parco dello Stelvio con la realtà virtuale, il laboratorio “Dog emotion”, gli incontri con i “Super Scienziati... pazzi per l'ambiente”, la Mini-Valtellina Wine trail sui terrazzamenti, gli esperimenti di “Che spettacolo, la scienza!”, il gioco del Contratto di fiume per scoprire l'Adda e una giornata da detective per scovare gli “Ecoalieni”, il percorso “Tuttidappertutto” con Valtellin@accessibile per superare le barriere, un workshop di disegno su pellicola per creare il proprio film dedicato alla montagna. E ancora, in tutti i mandamenti della Provincia, incontri con naturalisti e con Jerome Freilich, biologo e produttore di documentari, rappresentante del National Park Service degli Stati Uniti.

La prossima settimana in città arriveranno anche i componenti della giuria di Sondrio Festival 2017, presieduta dal direttore del Museo Nazionale della Montagna di Torino Aldo Audisio. A scegliere i film che verranno premiati nella serata di gala del 26 novembre, saranno – insieme ad Audisio - il regista tedesco Klaus Scheurich, vincitore del primo premio all'edizione 2016 di Sondrio Festival con il film L'estate dell'orso polare, il documentarista Federico Santini, Loredana Dresti del Parco nazionale dello Stelvio, la botanica Federica Gironi del Comitato Scientifico di Sondrio Festival, e Jerome E. Freilich.

Giovedì sera invece debutterà la rassegna dei film in concorso, di scena dal 16 al 18 e dal 23 al 25 novembre: ospiti d'eccezione del primo weekend lungo di Sondrio Festival 2017 saranno giovedì sera Andrea Piovan, attore e doppiatore, venerdì il sociologo Domenico De Masi e sabato il conduttore tv e inviato di “Striscia la notizia” Edoardo Stoppa, con Giancarlo Cattaneo di Radio Capital ad intervistarli sul palco del Teatro Sociale. Ad animare il weekend, gli appuntamenti di “Festival in famiglia”, sabato pomeriggio, e la proiezione del film fuori concorso Prime luci sulla Terra – I fari che guidano la vita (David Attenborough’s Light on Earth) di Joe Loncraine, nel quale Sir David Attenborough, pioniere del documentario naturalistico e uno dei più grandi divulgatori scientifici al mondo, farà da guida nell’universo delle luci viventi.

Sul sito sondriofestival.it e sulla pagina Facebook di Sondrio Festival si potranno seguire notizie e aggiornamenti quotidiani.

Comunicato Sondrio Festival

Segnala questo articolo su:


Torna indietro