Un weekend di eventi interamente dedicato alla valorizzazione e alla promozione del territorio italiano

Sabato 1 e domenica 2 luglio 2017 oltre 70 eventi in 12 regioni, per l'edizione 2017 del Festival delle Alpi e delle Montagne italiane. Sabato a Milano convegno CAI su giovani generazioni e montagna.

29 giugno 2017 - L’Associazione Montagna Italia, in collaborazione con il CAI nazionale, promuove le montagne italiane e le sue meraviglie con un evento che ha l'obiettivo di diventare un unicum.
L’iniziativa coivolge 12 regioni con oltre 70 appuntamenti e mira a valorizzare i territori montuosi non solo dal punto di vista paesaggistico,
con una particolare attenzione per flora e fauna, ma anche dal punto di vista storico, culturale, ambientale,sportivo, folcloristicico ed eno-gastronomico.

Consapevole dell’enorme potenziale che l’Italia ha da offrire, il Festival delle Alpi e delle Montagne Italiane decide di coinvolgere località e/o enti che hanno scelto di aderire all’iniziativa turistica, organizzando, nel weekend designato dell'1 e 2 luglio, manifestazioni di vario genere legate al mondo della montagna.

Il Comitato Organizzatore intende dare vita, in questo modo, ad una potente cartolina comunicativa che riunisce le montagne italiane attraverso la creazione di un calendario unico contenente tutte le manifestazioni. Risultato vuole essere il rilancio del turismo estivo nelle località che partecipano e che contribuiscono così a rendere note piccole realtà che mantengono vivo l’antico e rustico sapore di un tempo, suggerendo escursioni più o meno impegnative, proponendo attività sportive inerenti o ancora organizzando passeggiate che portano a caratteristici
rifugi.

Per quanto riguarda il CAI, da segnalare il Convegno Nazionale “Le giovani generazioni e la montagna. Tra tradizione e innovazione”, in programma sabato 1 luglio alle ore 9,00 a Palazzo Lombardia, in Sala Biagi, organizzato dal Gruppo regionale lombardo. Interverrà il Presidente generale Vincenzo Torti: "rifletteremo sul come sia possibile accogliere le proposte innovative che sono proprie dell’entusiasmo dei giovani,facendo sì che quanto di buono abbiamo da trasmettere costituisca per loro un prezioso bagaglio, ma non un ingombro. Ma, soprattutto, dovremo riuscire a mostrare loro che hanno un futuro che, grazie alla montagna e in montagna, permetterà di valorizzare capacità ed impegno".

Il dettaglio di tutti gli eventi è visionabile qui.

Red 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro