Una serata in memoria di Gianni Ribaldone al Monte dei Cappuccini

La Sezione CAI di Torino ha organizzato per giovedì 6 novembre una serata per ripercorrere la storia di Gianni; sarà presente Aberto Marchionni, amico e compagno di cordata dell'alpinista defunto il 3 luglio 1966

La locandina della serata

Si intitola semplicemente «Gianni» la serata in programma giovedì 6 novembre, con inizio alle ore 21.15 al Centro incontri del Club alpino italiano di Torino, al Monte dei Cappuccini: un appuntamento per ripercorrere la purtroppo breve storia di Gianni Ribaldone, grande speleologo e alpinista genovese, che ha segnato profondamente anche l'alpinismo a Torino, città dove era giunto per motivi di studio nei primi anni '60. Morì all'alba del 3 luglio 1966, scivolando per 450 metri nel canalone Gervasutti al Mont Blanc di Tacul, trascinato da due allievi che erano in cordata con lui. Non aveva ancora compiuto 24 anni.

La presentazione è curata da Aberto Marchionni, uno dei suoi primi compagni di corda, nonchè amico fraterno, che ha utilizzato le diapositive che lo stesso Gianni proiettava durante le sue conferenze, oltre ad una serie di interviste ad alcuni compagni, tuttora viventi, che hanno condiviso con lui le scalate più importanti. Le diapositive sono state donate al Museo della Montagna di Torino, per tramite di Alberto Marchionni, dal fratello di Gianni, Felice Ribaldone.

Fonte: La Stampa

Segnala questo articolo su:


Torna indietro