Una serata sull'Antartide al CAI Reggio Emilia

L'esploratore e scialpinista Manuel Lugli protagonista della serata del 19 novembre intitolata "Il respiro delle balene. Un mese di esplorazioni scialpinistiche in Antartide".

Una delle salite del viaggio

13 novembre 2019 - Inizia martedì 19 novembre il ciclo di tre serate "Racconti di terre lontane", organizzato dalla Sezione reggiana del Cai. Il primo appuntamento è con Manuel Lugli, notissimo esploratore e scialpinista modenese, già direttore della Scuola di alpinismo, scialpinismo e arrampicata libera "Bismantova".

"Il respiro delle balene. Un mese di esplorazioni scialpinistiche in Antartide": è questo il titolo della serata. Manuel Lugli racconterà il suo fantastico viaggio tra il mare e le montagne dell'Antartide, effettuato nell'inverno scorso in compagnia del torinese Matteo Guadagnini, a bordo dello yacht "Pelagic Australis". Lugli, laureato in medicina, da anni si dedica da anni ai viaggi e alle salite scialpinistiche.

“Non ho mai praticato - ha spiegato in una intervista a Montagna.tv - e mentre stavo finendo l’università ho capito che quella non sarebbe stata la mia strada: non ero fatto per rimanere chiuso in una corsia d’ospedale”.
Per circa un mese Lugli e Guadagnini hanno percorso l'Antartide, fermandosi in luoghi spettacolari e salendo con gli sci alcune interessanti vette.

L'appuntamento, con ingresso libero, è alle 21:00 nella sede del Cai in via Caduti delle Reggiane 1 H (zona Campovolo).
Il secondo appuntamento del ciclo è in programma il 26 novembre: l'alpinista reggiano Simone Montermini racconterà di trekking e salite in Perù.

CAI Reggio Emilia

Segnala questo articolo su:


Torna indietro