Un’"insolita guida" per il trekking urbano a Napoli

"Napoli a piedi" di Francesco Paolo Busco propone dieci itinerari tra le colline e il mare, per le antiche scale percorse per secoli dai contadini che portavano i loro prodotti sulla costa e dai pescatori che risalivano le colline, dove spesso abitavano.

La copertina della guida

15 maggio 2018 - Vasto anfiteatro collinare affacciato su uno dei tanti splendidi golfi italiani, Napoli è meta di un escursionismo urbano sempre più multiforme, e da parte di numerose sezioni del CAI. Il libro di Francesco Paolo Busco, Napoli a piedi, presentato il 12 maggio nella sezione napoletana, propone dieci itinerari tra le colline e il mare, per le antiche scale percorse per secoli dai contadini che portavano i loro prodotti sulla costa e dai pescatori che risalivano le colline, dove spesso abitavano.

Contesti incantevoli, abitati ancor oggi da persone accoglienti, pieni di angoli verdi, aperti su scorci di panorami speciali, dove, come osserva l’autore, le scale sono l’unico percorso che impone il ritmo del passo, e il passo impone il respiro, e il respiro diventa modo di sentire.

Alla presentazione è seguita l’escursione lungo uno degli itinerari proposti.

Maria Giovanna
Biblioteca CAI Napoli e Coordinamento nazionale BiblioCAI 

Segnala questo articolo su:


Torna indietro