“Upkeep the Alps”: 18 mesi di formazione professionale nelle Alpi tra tradizione e innovazione, sapere artigianale e ingegneria, salvaguardia ambientale e turismo

Sono stati 594 i partecipanti ai 26 corsi di formazione organizzati in 18 mesi dal Programma di cooperazione Interreg V – A Italia Svizzera con, tra i partner, il Cai Lombardia.

Uno dei corsi effettuati

13 luglio 2020 - 26 corsi di formazione effettuati in 18 mesi, 594 partecipanti, 144 overbooking, un e-book riassuntivo con 5018 pagine in italiano e tedesco, 61 filmati tra interviste, conferenze e lezioni, tre manuali Cai, decine di esperti in campo per un approccio intersettoriale e un costante scambio di competenze. Il tutto con l'obiettivo di fornire strumenti per la formazione degli operatori di montagna in una zona, le Alpi, sempre più protagonista nel riscrivere il proprio futuro, contribuendo così alla nascita di nuovi posti di lavoro.

Questi i numeri del progetto Upkeep the Alps, organizzato dal Programma di cooperazione Interreg V – A Italia Svizzera con, tra i partner, il Cai Lombardia.

Tra i “saperi” veicolati ai partecipanti troviamo la costruzione a regola d'arte di un muro a secco, la ricostituzione della filiera del castagno partendo dal recupero delle selve abbandonate, l'esecuzione di interventi di manutenzione sfruttando i principi dell'ingegneria naturalistica, fino ad arrivare alla sentieristica e alla mappatura del territorio.

Tutto all'insegna di tradizione e innovazione, sapere artigianale e ingegneria, salvaguardia ambientale e turismo: tutti elementi in grado di portare a una migliore fruizione e cura del territorio, ad una valorizzazione delle risorse e quindi alla creazione di nuove figure professionali.

Per maggiori informazioni e per scaricare l'e-book: www.upkeepthealps.eu
Qui sotto, invece, è visualizzabile il video che racconta il progetto.

 Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro