Vaia: un nuovo albero per ogni amplificatore di smartphone venduto

Una startup del nord-est utilizza il legno degli alberi abbattuti per il suo prodotto e intende contribuire alla rinascita dei boschi. Domenica prima piantumazione di 726 alberi sull’altopiano di Pinè (TN).

22 ottobre 2020 - 726 alberi (uno per ogni giorno trascorso dalla tempesta Vaia) saranno piantati domenica 25 ottobre  sull’altopiano di Pinè, in Trentino, grazie a una startup del nord-est, che si chiama non a caso Vaia.
L'azienda ha ideato il Vaia Cube, un amplificatore per smartphone al 100% naturale , realizzato recuperando il legno degli alberi abbattuti, che altrimenti sarebbe buttato.

La tutela dell’ambiente e la lotta al cambiamento climatico devono essere una priorità per tutti; la resilienza è la chiave per rialzarsi dopo le catastrofi e i momenti più duri; si possono realizzare splendidi oggetti di design anche attraverso l’economia circolare, utilizzando risorse e materie prime che, altrimenti, andrebbero sprecate”. Questi sono i messaggi che i fondatori della startup intendono lanciare con il Vaia Cube.

Oltre a recuperare il legno degli alberi abbattuti dalla tempesta, la startup si è presa l'impegno di piantare un nuovo albero nelle zone colpite dalla tempesta per ogni Vaia Cube venduto (a oggi circa 12.000 fanno sapere dall'azienda).
I primi 726 alberi, come accennato sopra, saranno messi a dimora domenica 25 ottobre. L'obiettivo è piantarne 50.000 entro la fine del 2021.

“Vogliamo contribuire a un modo di fare business più sostenibile e rispettoso del pianeta, in un’ottica di economia circolare e di valorizzazione delle risorse e delle competenze locali”, affermano dalla startup.

Per partecipare all'evento di domenica è necessario registrarsi qui.

Red

Segnala questo articolo su:


Torna indietro