Le celebrazioni per i 150 anni del Cai Biella

Il primo appuntamento pubblico del 150esimo sarà sabato 15 ottobre a Cittastudi, con la  chiusura del centenario di fondazione del rifugio Vittorio Sella e l’apertura dei festeggiamenti

Un momento della conferenza stampa del Cai Biella. Il quarto da sinistra, è il Presidente Andrea Formagnana © Cai

Il Cai Biella compie 150 anni. Nata nel 1873, la storica Sezione piemontese ha annunciato le celebrazioni e le iniziative in programma.

«Faccio mie queste parole pronunciate allora da uno dei padri della nostra sezione. Come non esprimere gioia nell’essere qui oggi, insieme con il mio consiglio, con i presidenti emeriti, in questa aula del Consiglio — l’aula più sacra della città, casa della democrazia, custode dei valori e della tradizione biellesi che il grande nostro socio Alfredo Frassati (1868-1966), avvocato, diplomatico, giornalista e fondatore de La Stampa in un famoso articolo scrisse, non senza retorica ma qualche volta viva la retorica, ci devono riempire di così tanto orgoglio da farci sentire come crociati impegnati a difendere il Santo Sepolcro», ha dichiarato il Presidente della Sezione Andrea Formagnana.

Gli eventi in programma

Il primo appuntamento pubblico del 150esimo sarà sabato 15 ottobre a Cittastudi, con la  chiusura del centenario di fondazione del rifugio Vittorio Sella e l’apertura dei festeggiamenti. In programma, mostre, dibattiti e convegni. Alle 21, all’Auditorium, “Dai 100 ai 150”,  una serata dedicata alla montagna. Le immagini faranno rivivere la festa celebrata al rifugio Vittorio.

Per chiudere in bellezza il 150esimo il gruppo escursionistico della sezione ha già messo in calendario per l’ottobre del prossimo anno, domenica 15, un’ascensione al Monte Mucrone. «È la montagna simbolo di noi biellesi ed è giusto chiudere l’anno lì», dichiara il
presidente Formagnana.

infine , l’evento clou, l’Assemblea nazionale del Club alpino italiano che si terrà nella cittadina piemontese. Le date previste sono il 19, 20 e 21 maggio. Allo stesso tempo, il 150esimo del Cai Biella porterà in dono alla città un’opera dell’arte. Una scultura realizzata dall’artista Daniele Basso che sarà collocata in un’area fruibile dalla cittadinanza.