Andrea Greci nuovo Direttore responsabile della stampa sociale del Club alpino italiano

Parmense, classe 1978, autore, giornalista e fotografo, Greci dirigerà il nuovo bimestrale “La Rivista del Club alpino italiano”, il cui primo numero uscirà a marzo, e la testata online “Lo Scarpone”

Andrea Greci

Andrea Greci © Archivio Andrea Greci

«La nuova Rivista del Club alpino italiano vuole mettersi in cammino, con sguardo consapevole e profondo, tra le montagne italiane. Il periodico sarà un contenitore di reportage, articoli, immagini, illustrazioni, racconti, riflessioni e notizie che racconteranno le terre alte con uno sguardo ampio, abbracciando cultura e tematiche ambientali, consigli pratici e approfondimenti, spaziando dall’alpinismo alla mountain-bike, dall’escursionismo all’arrampicata. Per dare spazio, tempo e attenzione a tutti questi aspetti la rivista aumenterà la foliazione e diventerà bimestrale, mentre rubriche e articoli saranno affidati a grandi firme del giornalismo di montagna, ma anche a scrittori, alpinisti, studiosi. Grande attenzione sarà data anche alla veste grafica e alle fotografie d’autore, perché vorrei che la nuova rivista fosse anche un viaggio nella bellezza, intesa però come stupore che guida verso la conoscenza».

Queste le parole di Andrea Greci, nuovo Direttore responsabile della stampa sociale del Cai: La Rivista del Club alpino italiano, periodico bimestrale, e la testata online Lo Scarpone (loscarpone.cai.it).
Parmense classe 1978, Greci è autore, giornalista e fotografo, che da anni si dedica a tempo pieno a raccontare le montagne italiane con parole e immagini.

Il primo numero del nuovo bimestrale

Il primo numero della nuova Rivista del Club alpino italiano arriverà a marzo nelle case dei soci del Cai e avrà come tema “L’Altra Neve”. «Approfondiremo il tema della frequentazione della montagna invernale, indirizzando il nostro sguardo verso quelle valli che hanno saputo mostrare come sia possibile portare avanti un modello differente di sviluppo e fruizione, dove l’incontro con gli abitanti, la storia, le tradizioni, le atmosfere e i sapori, sono altrettanto importanti delle candide distese di neve», spiega Greci.

Una rivista votata all’approfondimento

Una rivista votata all’approfondimento, e per buona parte dedicata a un tema portante. «Non mancheranno però articoli dedicati a luoghi particolarmente adatti a essere frequentati durante il periodo di uscita, pezzi sulla storia dell’alpinismo, consigli pratici per compiere escursioni e camminate, salite o discese in varie parti d’Italia, dalle Alpi agli Appennini, con un’attenzione privilegiata a luoghi meno noti, a storie e aree da scoprire con occhi nuovi», continua il Direttore responsabile. «Le rubriche fisse continueranno a fornire aggiornamenti sulle grandi storie dell’alpinismo, sugli eventi in evidenza, sui libri in uscita, mentre un’altra grande novità saranno le rubriche finali, dove i soci troveranno un piccolo rifugio dove ascoltare racconti e parole».

Dialogo tra cartaceo e online

Come sarà illustrato in un opuscolo in arrivo a gennaio ai soci, l’intento della direzione editoriale del Cai, insieme ad Andrea Greci, è soprattutto potenziare il dialogo tra La Rivista e Lo Scarpone, tra cartaceo e online. «Sarà una comunicazione con due mezzi diversi ma complementari. La Rivista sarà lo spazio dell’approfondimento, della lettura e anche un mezzo per sognare e progettare. Lo Scarpone sarà il luogo dell’attualità, delle notizie e di blog, un contenitore anche di elementi multimediali e immagini. Sarà inoltre il luogo privilegiato per ospitare notizie e resoconti provenienti dalle Sezioni e dai Gruppi regionali del Cai, consentendo così di dare grande spazio a quest’ultimi e riuscendo così a seguire, in presa diretta, tutto quello che accade nell’anima del Sodalizio, cosa che sarebbe praticamente impossibile su un periodico bimestrale».

CopertinaOpuscoloSoci

La copertina dell’opuscolo in arrivo a gennaio, in cui il Direttore editoriale Marco Albino Ferrari illustra il nuovo assetto dell’editoria periodica, e il rinnovato impegno culturale del Cai

Andrea Greci

Laureato in Storia dell’Arte, Andrea Greci ha pubblicato oltre 70 guide escursionistiche e alpinistiche, articoli e fotografie sui più importanti periodici italiani del settore (Meridiani Montagne, Montagne360, Skialper, Rivista della Montagna) e ha all’attivo pubblicazioni e collaborazioni con National Geographic Italia, Repubblica, Slow Food ed Expedia. Dal 2010 collabora con Gazzetta di Parma, testata per cui ha scritto e illustrato centinaia di articoli sulle montagne italiane e realizzato negli anni numerose pubblicazioni e collane sull’Appennino Tosco-Emiliano. Dal 2013 è Direttore responsabile de L’Orsaro, rivista della Sezione di Parma del Cai. Dal 2014 collabora costantemente con l’editore Idea Montagna Editoria e Alpinismo, per il quale è anche curatore della collana delle guide ufficiali Sentiero Italia CAI (realizzate in collaborazione con il Club alpino italiano e vincitrici del Premio Itas 2022, nella sezione “Guide e Mappe”) e delle collane Sentieri d’Autore e Trekking e Cammini. Dal 2018 fa parte della giuria del Premio Cultura Monte Caio, premio nazionale di letteratura di montagna. È relatore di incontri, conferenze e seminari sulla cultura delle terre alte, compie attività didattica e workshop legati al tema del paesaggio, ha allestito mostre, progettato e censito sentieri, collaborato alla realizzazione di mappe escursionistiche e organizzato eventi legate alla montagna.