Progetto Appennino 2022, la call di Fondazione Garrone

Fondazione Edoardo Garrone ha avviato la ricerca del territorio che ospiterà l’edizione 2022 di Progetto Appennino

I ragazzi di RestartApp durante una lezione del campus © Fondazione Garrone e Merloni

Fondazione Edoardo Garrone ha avviato la ricerca del territorio che ospiterà l’edizione 2022 di Progetto Appennino. Alla “call” possono candidarsi enti pubblici e privati, costituiti in partenariati rappresentativi di aree appenniniche di tutta Italia, che vogliano accogliere e  sviluppare sul proprio territorio il modello di rilancio e di sviluppo sostenibile degli Appennini promosso da Fondazione Edoardo Garrone. Il bando scade il 3 dicembre 2021.

 

Un territorio per lanciare nuove imprese

Sostegno alla nascita di nuove giovani imprese, attraverso l’alta formazione dell’incubatore ReStartApp, ma anche consolidamento e innovazione del tessuto imprenditoriale esistente, con i percorsi di  accelerazione – Vitamine in azienda e creazione di reti – Imprese in rete, dedicati alle imprese locali.

La call per i territori © Fondazione Garrone

Per candidarsi ad ospitare le iniziative,  c’è tempo fino al 3  dicembre 2021. Grazie alla crescente rete di partner, dal 2014 al 2021, con 11 edizioni – 6 edizioni di ReStartApp, 3 edizioni  di ReStartAlp, rispettivamente in diverse località degli Appennini [Grondona (AL), Portico di Romagna (RN),  San Sepolcro (AR), Fabriano (AN) e Ascoli Piceno] e nel VCO, oltre al progetto ReStartApp per il Centro Italia  – Fondazione Edoardo Garrone ha affiancato 140 aspiranti imprenditori under 40, provenienti da 18  regioni, contribuendo concretamente all’avvio di circa 50 imprese.

Sono partner del Progetto Appennino: Fondazione Symbola, Legambiente, UNCEM, Alleanza Mobilità  Dolce, Club alpino italiano, Fondazione CIMA, Open Fiber, Tiscali, Federbim, Federforeste e PEFC  Italia.