Arte e imprese alpinistiche, i 100 anni del Cai Chivasso

In occasione del centenario del Cai Chivasso, sono tante le iniziative organizzate dalla Sezione piemontese

Gli artisti che hanno partecipato alla mostra © Cai Chivasso

In occasione del centenario del Cai Chivasso, sono tante le iniziative organizzate dalla Sezione piemontese. In particolare, venerdì 27 maggio è il giorno dell’inaugurazione di una mostra di sculture in legno e dipinti. Le opere sono state realizzate da alcuni soci: Giovanni Ala e Luciano Bizzotto detto Cicci espongono una trentina di sculture di notevole pregio artistico, come anche gli acquarelli di Osvaldo Alberti, già protagonista di alcune mostre collettive proposte recentemente in Città. Inoltre sono esposte alcune sculture di Daniele Bagni, un modo per ricordare l’istruttore della Scuola di Alpinismo “Piersandro Muzio” mancato alcuni anni fa.

A far gli onori di casa il Presidente Giovanni Piretto che ha ricordato che la mostra è anche l’occasione per visitare la sede del CAI inaugurata trent’anni fa. Gli orari di apertura sono dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 22 e il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 22 sino a domenica 5 giugno.

Il gruppo del Cai Chivasso a Punta Salinas © Cai Chivasso

Continua anche il contest “UNA, DIECI, CENTO, MILLE CIME” che vede impegnati i soci della Sezione nel raggiungere nel corso dell’anno – quello del centenario di fondazione – il maggior numero di vette delle montagne dell’arco alpino e non solo. Ad oggi sono già state raggiunte oltre 250 cime, in maggioranza sulle Alpi piemontesi, non mancano anche vette degli appennini, addirittura delle montagne norvegesi ed anche delle isole Sicilia e Sardegna. Di quest’ultima la scorsa settimana un gruppo di soci ha raggiunto Punta Giradili, Punta Salinas e l’impressionante Aguglia di Goloritzé.

In questo periodo sono anche in corso le consuete attività del Sodalizio: escursionismo, corsi di alpinismo, Cai Baby e Alpinismo Giovanile. Tutte le in formazioni si possono trovare sul sito o recandosi nella sede di via del castello aperta il venerdì sera.