Il Cai è vicino alle Sezioni marchigiane colpite dall’alluvione del 15 settembre 2022

Avvenuta tra la notte del 15 e la mattina del 16 settembre, l'alluvione ha colpito anche i soci delle Sezioni di Senigallia, Montefeltro, Pesaro e Fabriano. La vicinanza del Club alpino italiano

I soccorsi durante l’alluvione a Senigallia © Vigili del fuoco, Twitter

Il Club alpino italiano vuole esprimere la sua vicinanza alle Sezioni marchigiane, i cui soci sono stati colpiti dall’alluvione che, tra la notte del 15 e la mattina del 16 settembre, ha interessato la provincia di Ancona e l’entroterra della provincia di Pesaro Urbino, al confine con l’Umbria. 11 i morti, 2 i dispersi, 50 i feriti e 150 gli sfollati.

«In particolare desidero esprimere la vicinanza del Sodalizio alle Sezioni Cai di Senigallia, per l’alluvione del fiume Misa, di Pesaro e Montefeltro per le esondazioni che hanno interessato i comuni di Cantiano e Serra sant’Abbondio e la Sezione di Fabriano per gli ingenti danni che hanno colpito il comune di Sassoferrato. In tempi di cambiamento climatico, è necessaria una gestione attenta del territorio e una preservazione ottimale dell’ambiente delle Terre alte e non solo», ha dichiarato il Presidente generale Antonio Montani.