Sulle Apuane il primo raduno dei giovani del Cai

Dal 29 ottobre al primo novembre a Seravezza e a Minazzana (LU) siterrà il primo “Camp Giovane Cai”, quattro giorni dedicati al ruolo e al potenziale dei giovani nel Club alpino italiano, tra discussioni, workshop e attività in ambiente. Iscrizioni entro il 19 ottobre

camminare_Gianni Crestani - Pixabay

Conferenze, tavoli di lavoro, campeggio, ambiente, arrampicata, escursioni. Sono queste le parole chiave della prima edizione del “Camp Giovane Cai Apuane 2022”, che si terrà dal 29 ottobre al primo novembre tra Seravezza e la frazione di Minazzana, in provincia di Lucca.
Saranno quattro giorni dedicati al ruolo e al potenziale dei giovani all’interno del Club alpino italiano, che vedranno riunioni, discussioni e attività in ambiente, aperti a un massimo di 100 iscritti dai 16 ai 40 anni,

Un Cai attrattivo per i giovani

«Solo il 5% della nostra classe dirigente territoriale ha meno di quarant’anni e solo il 14% dei tesserati ne ha meno di venticinque», afferma il Presidente generale del Cai Antonio Montani. «Ritengo che i membri under 30 già attivi nel Sodalizio vadano portati ai livelli dirigenziali: non è possibile pensare che una classe dirigente anziana possa essere in grado di attuare politiche giovanili, con linguaggi, iniziative e idee adatte. Da qui l’idea di convocare questi soci di giovane età e farli discutere tra loro, in autogestione, su cosa il Cai può fare per essere più attrattivo».

Al “Camp Giovane Cai” sono invitati di diritto i presidenti di Sezione under 40, i titolati nazionali e regionali under 30 e i qualificati sezionali under 25. La partecipazione è inoltre aperta ai Soci e alle Socie tra i sedici e i venticinque anni.

CAMP GIOVANE CAI

Le attività in programma

Le prime due giornate (29 e 30 ottobre) saranno dedicate ad assemblee e workshop tematici, incentrati sulle azioni per promuovere la partecipazione giovanile nel Cai e sugli scenari per un Sodalizio a misura di giovane. Le location saranno le Scuderie del Palazzo Mediceo di Seravezza e la Casa della Pubblica Assistenza di Minazzana.

Il terzo e il quarto giorno saranno invece dedicati ad attività, libere od organizzate, nell’ambiente montano delle Alpi Apuane, tra escursioni e arrampicate in falesia. Particolare attenzione sarà dedicata alla conoscenza di questo delicato ecosistema montano e dell’impatto dell’attività di estrazione del marmo.

I partecipanti alloggeranno presso il campo sportivo di Minazzana, all’interno del campo tende d’alta quota messo a disposizione da Ferrino.
I costi di vitto e alloggio sono a carico dell’organizzazione, che vede affiancati la Sede centrale del Cai e il Gruppo regionale Toscana.

Ci si può iscrivere compilando il form online entro mercoledì 19 ottobre.

Il programma dettagliato è disponibile qui.

Per informazioni: giovani@cai.it