I 50 anni del Cai Bozzolo

Nata come sottosezione del Cai di Mantova, con 47 soci, la sezione ha visto nel corso degli anni una crescita costante

Un’uscita del corso di scialpinismo © Cai Bozzolo, Facebook

Quest’anno, il Cai Bozzolo, in provincia di Mantova, ha superato il traguardo dei 50 anni. «Essere una “viva” sezione Cai di pianura, non è facile. Quando al mattino spalanchiamo le finestre delle nostre case, non vediamo né Alpi, né gli Appennini; e nemmeno verdi vallate montane! Le montagne sono distanti, alcune davvero molto lontane, ma questo non ci impedisce di mantenere vivi in noi l’amore e la passione per questo ambiente, in ogni sua forma», scrivono i soci della sezione. «E soprattutto, questa distanza non ha impedito ai soci fondatori, nel lontano 1972, di credere che Bozzolo potesse diventare la culla di tanti appassionati frequentatori di montagna», continuano.

In crescita nel corso degli anni

Nata come sottosezione del Cai di Mantova, con 47 soci, ha visto nel corso degli anni una crescita costante, grazie alle prime attività sociali.  Una svolta importante è avvenuta nel 1978, quando, sempre in collaborazione con la sezione di Mantova, si sono attivati i primi corsi di Roccia e Scialpinismo, aumentando così in modo significativo il numero di soci.

Tante le serate alpinistiche con personaggi illustri quali Fausto De Stefani, Bruno Detassis ed Ermanno Salvaterra, per citarne alcuni; sempre più escursioni sociali e corsi di roccia, scialpinismo, ghiaccio e alpinismo giovanile e mostre fotografiche. Nel 1994 arriva l’autorizzazione a fondare una scuola di Alpinismo e Scialpinismo, allora denominata “Sesto Gnaccarini”. Ed è nel 1998, raggiunto il traguardo di 350 soci, che il Consiglio Centrale dei Cai autorizza la trasformazione da sottosezione all’attuale sezione autonoma.

«Tanta strada è stata fatta in questi decenni e tanta continuiamo a farne, grazie alla collaborazione, all’impegno e all’entusiasmo che caratterizza la nostra “piccola” sezione, che oggi conta più di 500 soci. E grazie all’impegno di molti, la nostra scuola di Alpinismo, Scialpinismo e Arrampicata Libera “Gnaccarini-Beluffi” vanta un organico di tutto rispetto, con 51 istruttori e corsi sapientemente organizzati, che ogni anno vedono avvicinarsi alla montagna e alla sezione sempre più persone», conclude la sezione.