Il libro sulla medicina di emergenza in montagna

Edita da Edra, Mountain Emergency Medicine è in inglese ed è indirizzata a medici e infermieri, o più semplicemente ad operatori “laici” che si occupano di emergenza e di soccorso in ambiente impervio

Un’immagine di repertorio di un soccorso in ambiente innevato © Cnsas

La medicina di montagna non è legata soltanto al mondo dell’alta quota e del soccorso alpino, ma è un ambito che ha notevoli implicazioni sul settore in generale. Insomma, per questo motivo, il Master in “Mountain Emergency Medicine”, nato presso l’Università dell’Insubria e attualmente gestito da quest’ultima, in stretta collaborazione con l’università di Milano – Bicocca, assume un ruolo di grande importanza in tutto il mondo della medicina internazionale.

L’esperienza del master

Nell’ambito dei corsi del master, i docenti, di prestigio internazionale, preparano medici e infermieri sulle problematiche dell’alta quota, durante eventi catastrofici o legati a sport estremi. A guidare il master è il dottor Luigi Festi, chirurgo dell’ospedale di circolo di Varese, specialista in medicina di montagna ed ex presidente della commissione medica del Club alpino italiano. In questo, il Cai ha avuto un ruolo importante, con l’apporto delle scuole di alpinismo e con la docenza del presidente generale Vincenzo Torti. Senza dimenticare il supporto del Cnsas.

L’esperienza del master è il fondamento dell’opera omonima Mountain Emergency Medicine, edita da EDRA, una delle più importanti case editrici nel campo medico e scientifico. Scritto da Festi, insieme  a colleghi come Hermann Brunner, Ken Zafren e tanti altri, il libro è «la pubblicazione più completa al mondo in questo campo specifico con più di 70 autori internazionali. Dopo più di tre anni giunge a compimento un sogno che penso rappresenti un passo fondamentale nel diffondere la cultura della prevenzione e del soccorso nel nostro andare in montagna», dichiara lo stesso Festi. L’opera è in inglese ed è indirizzata a medici e infermieri, o più semplicemente ad operatori “laici” che si occupano di emergenza e di soccorso in ambiente impervio.

La copertina del libro © EDRA

Un’opera completa e di primo piano

L’opera è in prevendita, e sarà in vendita da venerdì su Amazon e sul sito della stessa EDRA. Verrà tradotto in tedesco e spagnolo e verrà presentato ufficialmente nelle prossime settimane. «Mi piace ricordare che il progetto è stato definito a Portovenere nel 2017 durante la riunione ICAR Medcom magistralmente organizzata dagli amici del CAI Liguria», conclude Festi.