“Montagna”, record storico di ricerche su Google nel 2020

Dal 2004 a oggi la "montagna" e i "sentieri" non hanno mai registrato picchi così alti d'interesse come accaduto ad agosto 2020. Ecco i dati di Google Trends

Trekking

Trekking © Wilfried Santer / Unsplash

Forse c’era da aspettarselo, ma ora arriva la conferma. A più riprese, in questi lunghi e difficili mesi segnati dalla pandemia, abbiamo parlato di montagna (e di montagne). Lo abbiamo fatto da ogni punto di vista. Abbiamo raccontato dell’accessibilità e dei limiti imposti dai vari decreti ministeriali, delle economie fragili, del rapporto tra natura e Covid-19, dei cammini e del turismo. Prima, durante e dopo l’estate ci siamo soffermati a lungo nell’analisi di un fenomeno che prima abbiamo intuito sarebbe esploso, infine ne abbiamo avuto riscontro. Ebbene sì, nell’anno del lockdown e del coronavirus la montagna è stata una delle mete preferite dagli italiani. Un tema di cui abbiamo ampiamente scritto sia qua sia sulle pagine di “Montagne360”.

"Montagna", ricerche dal 2004 al 2020

“Montagna”, ricerche dal 2004 al 2020 © Google Trends

Mai così cliccata in 16 anni

E così, da curiosi quali siamo, nell’esplorazione (on-line) dei termini e delle ricerche più frequenti dell’anno che si è appena concluso, siamo andati a cliccare sulle parole a noi più care. A cominciare da “montagna”, appunto. La scoperta è stata inaspettata e sorprendente: nel mese di agosto 2020 la “montagna” ha raggiunto il suo picco storico d’interesse. Cosa significa? Che da quando è possibile tracciare i dati, mai prima di allora si era registrato su internet un interesse pari e uguale. I dati di Google Trends – strumento che permette di conoscere la frequenza di ricerca sui motori di ricerca di una determinata parola o frase – permettono di analizzare le tendenze a cominciare dal 2004. Come si può ben intuire dal grafico, il picco più alto mai registrato in questi 16 anni è quello di agosto 2020.

"Sentiero", ricerche dal 2004 al 2020

“Sentiero”, ricerche dal 2004 al 2020 © Google Trends

È record anche per i “sentieri”

Non è un caso, poi, che le prime parole correlate alla ricerca della “montagna” siano per l’appunto “estate” e “vacanza”. Dati, questi, che confermano la tendenza già riconosciuta e verificata nei fatti e nei comportamenti: il prolungato e forzato lockdown, unito agli spostamenti limitati a causa della pandemia, hanno fatto riscoprire la montagna a chi già la conosceva, ma ha anche attratto nuove presenze. Che non si tratti solo di una casualità o di un abbaglio lo scopriamo proseguendo la ricerca. Nello stesso periodo, infatti, c’è un’altra parola a raggiungere il record d’interesse nel 2020. Quella parola è “sentiero”. Non solo ha raggiunto il suo picco nella prima quindicina di agosto, ma ha mantenuto lo stesso livello d’interesse per tutto il mese. Interessante osservare nel grafico come anche a maggio “sentiero” sia stato oggetto di numerose ricerche. A differenza della “montagna”, che già nel 2004 faceva comunque registrare un diffuso interesse, la ricerca di “sentiero” e “sentieri” sembra essersi intensificata solo negli anni più recenti, mentre il picco del 2020 è straordinariamente superiore a tutta la storia pregressa (rispetto al passato, la frequenza di ricerche registrata lo scorso anno è quasi il doppio di ogni esperienza passata). È anche interessante scoprire che tra le parole correlate alla ricerca dei “sentieri”, al secondo posto si trova proprio il Club alpino italiano.

Argomenti correlati a "Sentieri"

Argomenti correlati a “Sentieri” © Google Trends