Nuovi impianti di risalita, il messaggio degli imprenditori di montagna

Sulle Dolomiti un gruppo di lavoratori è convinto che il turismo lento, sostenibile e di qualità sia la ricetta giusta per il futuro economico e sociale delle comunità delle Terre alte


Lo scorso febbraio un gruppo di imprenditori di montagna ha manifestato sulla Cima Settsass, tra Arabba e la Val Badia, a favore della promozione di un turismo lento, sostenibile e di qualità per rilanciare le aree montane. Una visione che vuole superare la monocultura dello sci alpino e i progetti di nuovi impianti di risalita.

Dopo la salita, il gruppo ha esposto striscioni per richiamare l’attenzione sul difficile momento che stanno vivendo le Terre alte, intese come ambiente, comunità e sistema economico (leggi l’articolo).

La giornata è stata raccontata da questo video del filmaker Lorenzo Barutta.