Per i piccoli giganti

Martin Vairoli dedicherà la propria partecipazione al Tor des Géants 2022 alla ricerca contro il cancro. Con il pensiero rivolto ai piccoli malati, ha aperto una sottoscrizione sulla piattaforma “Rete del Dono”, che destinerà alla Fondazione AIRC

Martin_Vairoli

Martin Vairoli © Rete del Dono

«Ho visto combattere la sfida contro i tumori da molto vicino, e ho potuto ammirare la forza con la quale i bambini piccoli, assieme alle loro famiglie, cercano ogni giorno di superare queste montagne».

Con queste parole Martin Vairoli, appassionato di sport e di montagna di Trasquera (VB), spiega le motivazioni che lo hanno spinto a dedicare la propria partecipazione al Tor des Géants 2022 alla ricerca contro il cancro.

Uno dei trail più difficili al mondo

Il Tor des Géants, la cui edizione di quest’anno è in programma l’11 settembre, è un endurance trail di 330 km che si snoda tra le montagne della Valle d’Aosta, con un dislivello positivo di oltre 26.000 metri. Viene considerato tra i più difficili e impegnativi al mondo.

«Sappiamo tutti che però ci sono vette ben più difficili da scalare, come quelle che vengono affrontate ogni giorno dai malati di cancro, in particolare quelli più giovani», continua Martin. «Correrò questo Tor per tutti questi piccoli giganti».

La raccolta fondi a favore di Fondazione AIRC

Per raggiungere il suo scopo, Martin ha aperto una raccolta fondi online sulla piattaforma “Rete del dono”, che devolverà alla Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro. AIRC è il primo finanziatore privato della ricerca oncologica indipendente in Italia e grazie ai suoi sostenitori nel 2021 le ha destinato oltre 125 milioni di euro.