La prima giornata di lavori dell’Assemblea dei Delegati 2022 del Cai

Tra i punti all'ordine del giorno le modalità di voto delle cariche elettive, l'illustrazione della Relazione morale da parte del Presidente generale Vincenzo Torti, la presentazione dei candidati alla Presidenza generale e alla Vicepresidenza generale, la consegna delle Medaglie d'Oro del Cai e del Riconoscimento Paolo Consiglio 2022

Ad Bormio sabato (2)

I lavori al Pentagono di Bormio © Cai

Ha preso il via questa mattina al Pentagono di Bormio l’Assemblea dei Delegati 2022 del Club alpino italiano, organizzata congiuntamente dalle Sezioni Valtellinese di Sondrio e Majella di Chieti.

I lavori, aperti dai saluti del Sindaco di Bormio, Silvia Cavazzi, del Comandante dei Carabinieri Forestali di Sondrio, colonnello Andrea Turco, del Comandante della Scuola alpina della Guardia di Finanza di Predazzo, colonnello Sergio Giovanni Lancerin, del rappresentante del comune di Sondrio Biagio Micheli e del Presidente del Trento Film Festival Mauro Leveghi, hanno visto l’approvazione, da parte dell’Assemblea, della modalità di voto esclusivamente cartacea per l’elezione delle cariche.

Torti Ad Bormio sabato

Il Presidente generale del Cai Vincenzo Torti © Cai

La Relazione morale sullo stato del Club alpino italiano

Il Presidente generale Vincenzo Torti ha illustrato la Relazione morale sullo stato del Club alpino italiano, sottolineando l’attuale crescita di 37.000 iscritti rispetto al maggio dello scorso anno.

«È un risultato il cui merito è da ascrivere sopratutto all’impegno delle Sezioni, che hanno dimostrato di essere capaci di creare condizioni di credibilità e accoglienza ricevendo conferme di partecipazione».

Nel suo intervento Torti ha sottolineato la solidarietà che ha caratterizzato molte delle iniziative del Sodalizio degli ultimi anni: dalla realizzazione della Casa della Montagna di Amatrice alle 53 auto donate ad Anpas per l’assistenza domiciliare nelle aree montane durante il periodo più critico dell’emergenza sanitaria, fino ad arrivare ai progetti di Montagnaterapia che vedono oggi impegnate 125 Sezioni in tutta Italia.
Torti ha poi ricordato il lavoro dei volontari nella tracciatura del Sentiero Italia CAI e il costante impegno del Sodalizio per l’ambiente, con l’approvazione di sei documenti di posizionamento su tematiche importanti e attuali come l’industria dello sci, l’energia, la biodiversità, i boschi, le foreste e il ruolo delle Aree protette.
Il Presidente generale si è soffermato infine sui rapporti con il Ministero del Turismo, con la recente visita del Ministro Massimo Garavaglia alla Sede centrale del Cai a Milano e l’ulteriore stanziamento di risorse a favore delle progettualità del Sodalizio per il 2022, il 2023 e il 2024. In conclusione ha citato la stretta collaborazione con il Trento Film Festival, l’importante presenza del Cai all’ultimo Salone del Libro di Torino e la recentessima firma della convenzione con il Comando Truppe Alpine dell’Esercito.

L’omaggio al Direttore Andreina Maggiore

L’Assemblea di Bormio ha poi omaggiato con un lungo applauso il Direttore del Cai Andreina Maggiore, da oltre 40 anni figura fondamentale del Sodalizio. Dopo aver illustrato il Bilancio di esercizio dell’ente relativo al 2021, il Direttore Maggiore, alla sua ultima Assemblea prima della pensione, ha tenuto un sentito discorso di ringraziamento e di saluto.

Andreina Maggiore bormio sabato

Il Direttore del Cai Andreina Maggiore © Cai

Le presentazioni dei candidati alle cariche elettive

Il pomeriggio si è aperto con le presentazioni delle due candidature alla Presidenza generale di Francesco Carrer e di Antonio Montani (Vincenzo Torti, in scadenza del secondo mandato, non è più eleggibile), ed è proseguito con quelle delle tre candidature alla Vicepresidenza generale di Laura Colombo, Paolo Valoti e Renato Veronesi (Antonio Montani, in scadenza del secondo mandato, non è più eleggibile).

La consegna delle Medaglie d’oro

L’ordine del giorno è proseguito con la consegna delle Medaglie d’oro del Cai (conferite lo scorso anno da remoto) a Elio Caola «per le benemerenze acquisite nel costante e appassionato impegno a favore del Sodalizio e per l’ampia visione di presenza attiva nei vari aspetti della montanità», Alessandro Geri, «per l’intensa e prolungata attività di volontariato a favore del Sodalizio prestata negli ambiti tecnici, sia territoriali che nazionali, con particolare riguardo al “folle volo” del Sentiero Italia CAI» e al prefetto Goffredo Sottile, «per aver interpretato, con impegno, competenza, passione e attaccamento al Sodalizio, il ruolo istituzionale di rappresentante dello Stato, parimenti sostenuto dall’entusiasmo del volontario».

kondge ri 2

Le linee di salita per la vetta del Tengkangpoche © Caai

Riconoscimento Paolo Consiglio

Infine il Riconoscimento Paolo Consiglio 2022 è stato conferito dal Club alpino accademico italiano (Sezione nazionale del Cai) alla spedizione alpinistica, formata dai valdostani Roger Bovard, François Cazzanelli, Emrik Favre, Leonardo Gheza, Jerome Perruquet e Francesco Ratti, sul Kongde Rie e sul Tengkangpoche, in Nepal.
I sei alpinisti a inizio novembre 2021 hanno raggiunto la cima del Tengkangpoche (6487 metri) attraverso la cresta est, raggiunta dopo aver aperto due nuove vie in stile alpino sulla parete nord del Kondge-Ri (6187 metri).
La spedizione, come prevede il regolamento del premio, è stata “di carattere esplorativo o di elevato contenuto tecnico, organizzata da piccoli gruppi di alpinisti a prevalente composizione giovanile nell’anno precedente”.

Premio consiglio 2022

La consegna del Riconoscimento Paolo Consiglio 2022 a Bormio © Cai

«Dovendo trovare una soluzione alternativa alla linea prevista (impraticabile per scariche di sassi), il gruppo è riuscito a immaginarne una nuova, tecnicamente valida, da accoppiare a un’avventura su una lunga cresta», si legge nella motivazione. «Due prime ascensioni (due linee vicine, salite in simultanea, a indicare il valore e l’esuberanza degli scalatori) su una parete mai scalata per raggiungere l’obiettivo finale lungo una lunga cresta, percorsa in precedenza solo nell’ultimo tratto».

Clicca qui per vedere tutte le foto.