Il racconto del territorio, tra conflitti dimenticati, comunità resistenti e crowdfunding miracolosi

L'ottava edizione del festival Mente Locale – Visioni sul territorio è in programma da oggi a domenica sulle colline tra Bologna e Modena. Diciotto i film in concorso, visibili anche in streaming

When the snow melts down

Film “When the snow melts down” © Mente Locale

Anche quest’anno il Cai Emilia-Romagna è al fianco di Mente Locale – Visioni sul territorio, festival che intende promuovere e valorizzare il racconto del territorio attraverso la narrazione audiovisiva. L’ottava edizione è in programma da oggi a domenica 21 novembre, in modalità ibrida e gratuita: in sala tra le colline di Bologna e Modena – Vignola (Mo), Loiano (Bo), Savignano sul Panaro (Mo) e Bazzano (Bo) – e online su docacasa.it, la piattaforma creata dall’associazione D.E-R Documentaristi Emilia-Romagna.

Diciotto film in concorso, regioni ospiti Toscana e Sardegna

L’edizione 2021, con regioni ospiti la Toscana e la Sardegna, presenta diciotto film in concorso, di cui tre anteprime nazionali. Protagonisti di una selezione che come ogni anno presenta sguardi sui territori, multiformi e diversissimi tra loro, sono per la prima volta film di solo genere documentario senza distinzione di durata, tecnica, formato. Tutti raccontano un territorio, inteso in senso ampio come racconto di luoghi, persone, culture, paesaggi, saperi e tradizioni.

Dal Deserto del Sahara alla Siberia, dal Montenegro alla Patagonia e al Brasile

Dai 15.0000 profughi Saharawi dimenticati nel deserto del Sahara alle renne della taiga siberiana, dalla vita ancorata alla tradizione e alla pietra dell’Isola di Minorca alla ‘gentrificazione’ di Londra, dal Santuario cinquecentenario in Montenegro alla birra finlandese Lapin Kulta salvata da un crowdfunding ‘miracoloso’, fino agli operai bolognesi immigrati in Patagonia e al ritratto intimo e affettuoso di Franco Grillini attraverso i luoghi della sua vita. Sono questi i i protagonisti e gli argomenti dei diciotto film, che intendono far conoscere storie, culture e costumi provenienti da luoghi diversissimi tra loro.

La cartolina del festival

Gli eventi speciali

Tra gli eventi speciali, ricordiamo la presentazione in anteprima assoluta – domenica 21 novembre, alle ore 17 al Teatro Fabbri di Vignola – de Il sapore della terra, il nuovo documentario di Giulio Filippo Giunti sul vasto e variegato territorio dell’Unione Terre di Castelli. un territorio raccontato attraverso le voci delle persone che lo abitano e che da secoli realizzano prodotti gastronomici speciali.

Tutti i film in concorso saranno visibili sulla piattaforma docacasa.it disponibili per lo streaming nel giorno di programmazione, a partire dalle ore 10 per le 24 ore successive.
Clicca qui per consultare il programma.