La storia della Cineteca del Cai arriva a L’Aquila

Martedì 5 luglio, presso la sede della Sezione Cai locale, sarà presentato il recente libro edito dal Cai "La memoria della luce - La Cineteca del Club Alpino Italiano tra storia e attualità" di Antonio Massena. Interverrà il Presidente generale Antonio Montani

Un fotogramma del film “Stelle e tempeste” di Gaston Rébuffat, parte del catalogo della Cineteca Cai © Cai

Un libro che ripercorre la storia del cinema di montagna, vista attraverso il grande archivio filmico e le strumentazioni conservate nella Cineteca del Cai.
Questo, in estrema sintesi, è La memoria della luce – La Cineteca del Club Alpino Italiano tra storia e attualità di Antonio Massena, uscito all’inizio di maggio 2022.

Prima presentazione nell’Italia centrale

Il volume, edito dal Cai, sarà presentato per la prima volta nell’Italia centrale martedì 5 luglio alle 18 a L’Aquila, presso la sede della Sezione Cai locale, in Via Sassa 34.
Saranno presenti, oltre all’autore, il Presidente generale del Cai Antonio Montani, il componente del Comitato direttivo centrale del Cai Angelo Schena, il presidente del Cai L’Aquila Vincenzo Brancadoro e il presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Abruzzo Stefano Pallotta.

La memoria della luca l'aquila

La locandina della serata

Un enorme patrimonio filmico e archivistico

Nel libro la storia della Cineteca si delinea attraverso il materiale contenuto negli archivi del Centro di Cinematografia, nato nel 1946 come Commissione Cinematografica Centrale a Torino e poi trasferita nel 1951 a Milano: verbali, documenti vari, immagini di film e fotografie selezionate da Pamela Lainati che ha curato l’apparato archivistico e fotografico del volume. Nel tempo la Cineteca ha iniziato a custodire un patrimonio storico composto da film, documenti e materiali di produzione a partire dalle cineprese che sono gli strumenti fondamentali del cinema ad alta quota e rappresentano la principale chiave di lettura per poter comprendere l’evoluzione del cinema di montagna. Nel volume hanno un ruolo di primo piano anche alpinisti e autori del calibro di Fosco Maraini, Gianni Rusconi, Riccardo Cassin e Reinhold Messner. Scritti e materiali personali sono stati selezionati e raccolti nel lavoro di documentazione alla base dell’opera.

«Sono davvero felice di tornare in Abruzzo dopo la mia elezione a Presidente generale», afferma Antonio Montani. «Mi accompagnerà, oltre ad Angelo Schena, il presidente del Cai Abruzzo Francesco Sulpizio, un amico che rivedo molto volentieri per trascorrere del tempo insieme».

La memoria della luce è acquistabile sullo store online del Cai a un prezzo di 35 euro, scontato a 31 per i Soci e a 27 per le Sezioni.